Le cipolle fanno bene alla digestione?

Le cipolle non sono soltanto un ingrediente apprezzato in cucina ma anche sono ricche di nutrienti e che danno molti benefici alla salute.

Le cipolle non sono soltanto un ingrediente apprezzato in cucina ma anche sono ricche di nutrienti e sostanze fitochimiche che danno molti benefici alla salute.

Le cipolle sono a basso contenuto di sodio e non contengono grassi. Sono ricche di vitamina C, fibre, acido folico, calcio, ferro, proteine, composti solforici, flavonoidi e sostanze fitochimiche.

Come riportato su DrFarrahmd.com, gli studi hanno rivelato che i flavonoidi possono aiutare a ridurre il rischio di contrarre il morbo di Parkinson, le malattie cardiovascolari e l’ ictus mentre i fitochimici reagiscono con il corpo umano per scatenare reazioni sane.

Secondo la National Onion Association, alcuni degli importanti fitochimici presenti nelle cipolle come disolfuri, trisulfidi, copaene e vinilditiini sono utili per mantenere una buona salute e hanno proprietà antitumorali e antimicrobiche.

Cipolle e salute digestiva

cipolle-bianche-rosse

LEGGI ANCHE: La ricetta delle zucchine ripiene con il tonno.

Nelle cipolle c’è un’alta quantità di fibre e prebiotici, due ingredienti che sono cruciali per un sistema digestivo sano.

I prebiotici vengono elaborati e scomposti dai batteri intestinali buoni. Questi batteri intestinali si nutrono di prebiotici e formano acidi grassi a catena corta (compresi acetato, propionato e butirrato) che in cambio aiutano a rafforzare l’immunità e la salute dell’intestino, nonché a ridurre l’infiammazione, a migliorare la digestione e a regolare i movimenti intestinali.

Oltre a questi effetti, mangiare cibi ricchi di prebiotici può anche aiutare ad aumentare i probiotici che favoriscono la salute dell’apparato digerente e aiutano anche a migliorare l’assorbimento di importanti minerali come il calcio, utile per la salute delle ossa.

Le cipolle, in particolare, sono piene di inulina e oligofruttosio. Questi sono prebiotici che aiutano ad aumentare la popolazione dei batteri buoni nell’intestino per migliorare la funzione immunitaria.

In uno studio del 2005 pubblicato su Clinical Gastroenterology and Hepatology, i ricercatori hanno scoperto che l’oligofruttosio può aiutare a prevenire e curare la diarrea. Inoltre, secondo la National Onion Association, i fitochimici nelle cipolle possono aiutare a ridurre il rischio di sviluppare le ulcere gastriche.

LEGGI ANCHE: Gli asparagi fanno bene al cuore?