Vaiolo delle scimmie, OMS: “Europa è epicentro dell’epidemia”

Vaiolo delle scimmie. La nota di Hans Kluge, direttore dell'Ufficio regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per l'Europa.

Vaiolo delle scimmie.

Hans Kluge, direttore dell’Ufficio regionale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per l’Europa, ha affermato che “la regione europea dell’OMS rimane l’epicentro dell’epidemia di vaiolo delle scimmie più grande e geograficamente più diffusa mai segnalata al di fuori delle aree endemiche dell’Africa occidentale e centrale. Ora abbiamo un’opportunità fondamentale per agire rapidamente, insieme, per indagare e controllare velocemente questa situazione in rapida evoluzione”.

Il consulente scientifico del ministro della Salute, Walter Ricciardi, però, rassicura: “Bisogna non allarmarsi, però tenerlo sotto controllo. In questo momento c’è un’osservazione, è una patologia virale che conosciamo bene, non è in questo momento allarmante però è da tenere sotto controllo”.

Infine, è stato identificato un ceppo del virus del Vaiolo delle scimmie (Monkeypox) in campioni di materiale biologico di un paziente maschio di 33 anni residente in Friuli Venezia Giulia. A darne notizia è il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute.

Come spiegato dall’esponete dell’Esecutivo, i campioni delle lesioni, il tampone orofaringeo e il campione di sangue sono stati inviati al laboratorio di virologia del dipartimento Igiene e sanità pubblica dell’Azienda sanitaria universitaria giuliano isontina (Asugi), dove sono risultati positivi per Orthopoxvirus.

La Regione ha chiarito che al dipartimento di Prevenzione delle aziende sanitarie e ai reparti di Malattie infettive della regione sono già state inviate le procedure per la diagnosi e la prevenzione della diffusione del contagio, redatte sulle basi delle circolari emanate dal ministero della Salute.

Infine, si ricorda che il virus si trasmette mediante contatto stretto per via inalatoria o per contatto con i fluidi biologici o con le lesioni delle persone sintomatiche.

LEGGI ANCHE: Vaiolo delle scimmie, Bassetti: “Rischiamo la fase endemica”, cosa fare?