Rimedi naturali per alleviare i sintomi della Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS)

La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) è uno dei disturbi ormonali endocrini più conosciuti. Ecco alcuni consigli per alleviare i sintomi.

0

Nelle donne, la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è uno dei disturbi ormonali endocrini più conosciuti. In questa condizione piccole sacche piene di liquido si sviluppano sulle ovaie. Inoltre, la patologia è stata associata allo sviluppo di varie condizioni come l’ipertensione, il colesterolo alto, le malattie cardiache, l’insulino-resistenza e il diabete di tipo 2.

I più comuni sintomi della PCOS

  • Cicli mestruali imprevedibili o che saltano;
  • Peli in crescita in luoghi inaspettati: attorno ai capezzoli, sul petto, sul viso, all’interno delle cosce e sulla pancia;
  • A causa dei cambiamenti ormonali, alcune donne possono provare il mal di testa;
  • Acne in aree come il viso, il petto e la parte superiore della schiena;
  • Oscuramento della pelle: macchie scure e persistenti sulla pelle sotto il seno, sul collo e all’inguine.
  • Alopecie: i apelli sul cuoio capelluto si assottigliano e cadono.
  • Difficoltà a restare incinta: la capacità del corpo di ovulare normalmente (essenziale per la gravidanza) è influenzata dallo squilibrio ormonale;
  • Aumento di peso: circa l’80% delle donne con la PCOS è in sovrappeso o obeso.

Sebbene la causa esatta della PCOS resti non identificata, esistono rimedi naturali che possono aiutare ad affrontare alcuni dei sintomi, come quelli elencati su DrFarrahmd.com.

Aumentare il cromo

L’assunzione di cromo è necessaria perché questo minerale può aiutare il corpo a regolare i livelli di insulina e zucchero nel sangue. Secondo la ricerca, 200 mcg al giorno di cromo possono abbassare significativamente i livelli di zucchero nel sangue e di insulina. Oltre a questo, il cromo può anche aiutare il corpo a metabolizzare carboidrati, proteine ​​e grassi.

Alcuni degli alimenti che contengono cromo: broccoli, purè di patate, basilico essiccato, petto di tacchino, succo d’arancia, fagiolini e aglio secco.

Saw Palmetto

Il saw Palmetto (palmetto seghettato o Sabal serrulata) viene utilizzato per preparare un integratore che può aiutare a ridurre i livelli di testosterone delle donne con la PCOS.

Si raccomanda di assumere quotidianamente un integratore di saw palmetto di circa 250- 350 mg per evitare che il testosterone venga convertito in diidrotestosterone (che causa la crescita dei pelli nelle donne con la PCOS).

Tuttavia, non va assunto a stomaco vuoto e da donne che allattano o sono in gravidanza.

Dieta a base di insulina

Di solito, una dieta a base di insulina include alimenti come verdure verdi, pane integrale, fagioli e altri legumi e la maggior parte dei frutti. Si dovrebbero evitare cibi ad alto contenuto di zucchero, amido e grassi come riso bianco, pasta, carne rossa, pane bianco, torte, biscotti e cibi preconfezionati.

Seguendo questo tipo di dieta, i livelli di insulina non aumenteranno drasticamente, consentendo così di gestire i sintomi associati alla PCOS.

Omega-3

Uno studio ha rivelato che le donne che hanno consumato 3 grammi di omega-3 al giorno per un periodo di 8 settimane hanno sperimentato una diminuzione della concentrazione di testosterone.

Integratori di vitamine

La ricerca mostra che gli integratori di magnesio possono aiutare a migliorare la sensibilità all’insulina, un fattore nello sviluppo del diabete di tipo 2 e della PCOS. L’assunzione di 300 mg di magnesio prima di andare a letto ha dimostrato che migliora significativamente i livelli di glucosio e di insulina nel sangue. Fonti alimentari: avocado, fagioli neri, spinaci, quinoa, mandorle, anacardi e arachidi.

L’assunzione giornaliera di zinco (7 milligrammi) può anche aiutare a regolare l’insulina, a bilanciare lo zucchero nel sangue e a controllare l’appetito. Cibo ricco di zinco: noci, legumi, crostacei e uova.

Commenti