Prurito alla pelle? Sintomi, le 5 cause più comuni e quando bisogna andare dal medico

La pelle pruriginosa può succedere a chiunque e, nella maggior parte dei casi, non è nulla di cui preoccuparsi. Ma può anche essere il segno di un disturbo più grave. Ecco cosa bisogna sapere.

0

La pelle pruriginosa può succedere a chiunque e, nella maggior parte dei casi, non è nulla di cui preoccuparsi perché spesso legata ai vestiti indossati o alla pelle secca.

Tuttavia, avvertire spesso la necessità di grattarsi sulla pelle può essere un sintomo di una malattia sottostante e grave.

Sintomi

Il prurito sulla pelle può interessare aree specifiche della pelle (localizzate) e raramente tutto il corpo (generalizzato). Inoltre, a seconda della causa, può rendere l’area interessatsa rossa e ruvida con protuberanze e vesciche. Il prurito, intoltre, è di solito accompagnato da questi segni:

  • rossore;
  • pelle sollevata e vesciche;
  • pelle secca e screpolata;
  • pelle squamosa.

Il prurito può durare da un paio di minuti fino a un periodo più lungo a seconda della causa. Grattarsi può portare a lesioni e infezioni.

Cause

Le cause del prurito possono essere diverse: disturbi della pelle, reazioni allergiche, disordini nervosi, reazioni mediche, malattie che riguardano gli organi interni.

Disturbi della pelle

La pelle secca (xerosi) è la causa più comune sebbene non sia di per sé un disturbo della pelle. Si verifica in seguito alla vecchiaia o ad eccessive docce o bagni. Si parla di dermatite quando si sviluppa un’infezione sulla pelle; di eczema quando si tratta di una malattia cronica caratterizzata da un’eruzione cutanea; psoriasi quando si tratta di una malattia autoimmune accompagnata dall’arrossamento e dall’irritazine cutanea.

Le infesioni sulla pelle possono anche essere conseguenza di varicella e morbillo.

Reazioni allergiche e irritanti

Nelle reazioni allergiche e irritanti, è il contatto con la sostanza che rende la pelle pruriginosa e arrossata. Piante, insetti e materiali rappresentano un irritante comune per la maggior parte delle persone (edera velenosa, quercia, zanzare, lana, profumi, saponi, coloranti…).

Disturbi nervosi

Le malattie che colpiscono il sistema nervoso sono un colpevole noto per il prurito sulla pelle. Alcuni di essi sono piuttosto gravi, quindi se il prurito è persistente, non bisogna esitare a fissare un appuntamento con un medico:

  • diabete mellito;
  • sclerosi multipla;
  • neuropatia.

Reazione a farmaci

È stato documentato che gli antibiotici, gli antifungini e persino gli antidolorifici possono causare eruzioni cutanee e prurito generalizzato.

Malattie degli organi interni

Questa è la causa più pericolosa e il prurito può essere un sintomo di: malattie del fegato, anemia, leucemia, condizioni della ghiandola tiroidea, linfoma, disfunzione renale.

Quando chiedere assistenza medica immediata

In alcuni casi, è meglio reagire rapidamente e consultare un medico o un dermatologo. Alcuni sintomi dovrebbero fungere da allarme:

  • prurito che dura per più di due settimane;
  • prurito così grave che interferisce con la tua vita quotidiana;
  • prurito che va e viene inspiegabilmente;
  • stanchezza, perdita di peso, febbre, cambiamenti nel movimento intestinale.

Commenti