Il Coronavirus è aerotrasportato: il parere di 239 scienziati

Un pool di 239 scienziati ha scritto una lettera aperta all'OMS chiedendo di cambiare le raccomandazioni per il contenimento del contagio.

coronavirus

Sono diversi gli esperti che, in questi mesi, hanno parlato di una possibile trasmissione del Coronavirus attraverso l’aria. Secondo quanto riportato sabato sulle colonne del New Times, 239 scienziati hanno chiesto all’OMS di rivedere le raccomandazioni in merito.

LEGGI ANCHE: Gel idroalcolico e sole: combinazione pericolosa per la salute

Il Coronavirus è aerotrasportato

Il Coronavirus sta infettando vittime in tutto il mondo. Si parla di persone che hanno frequentato bar, ristoranti, uffici, mercati e casinò. Queste situazioni, secondo diversi esperti confermano una cosa: il Coronavirus indugia nell’aria e infetta le persone.

La trasmissione aerea ha un peso significativo a detta di diversi esperti, soprattutto quando si parla di spazi chiusi e poco ventilati. In una lettera aperta che è in progetto di pubblicazione la prossima settimana su una rivista scientifica, 239 scienziati di 32 differenti Paesi del mondo hanno delineato diverse prove secondo le quali le particelle più piccole del SARS-CoV-2 possono infettare le persone.

I vertici dell’OMS, che sono stati interrogati da Reteurs in merito al loro punto di vista in merito, non hanno risposto risposto subito. Tra i punti di vista giunti è degno di nota quello della Dottoressa Benedetta Allegranzi, responsabile tecnico dell’OMS per quanto riguarda la prevenzione e il controllo delle infezioni.

Come specificato sulle pagine del celebre quotidiano, l’esperta ha sottolineato che, soprattutto negli ultimi due mesi, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha specificato diverse volte che la trasmissione aerea è considerata possibile ma non supportata da prove scientifiche solide.

LEGGI ANCHE: Estate e Coronavirus: ecco perché l’estate non ha fermato la pandemia