È allergia o raffreddore? Ecco come capirlo

Sei differenze tra l'allergia e il raffreddore.

0
raffreddore

Soffrire di congestione nasale, starnutire e avere il naso che cola è una situazione abbastanza frequente durante la stagione fredda.

Tuttavia non è possibile escludere a priori che si possa soffrire di allergia nel medesimo periodo. Allora come distinguere un comune raffreddore dall’allergia?

Ecco alcuni principali segni distintivi delle due condizioni.

MUCO CHIARO

All’inizio, sia il raffreddore che l’allergia causano un muco chiaro e liquido. Mentre i sintomi vanno avanti, con il raffreddore si inizia ad avere un muco giallo più denso, mentre di solito con le allergie il muco rimane sempre limpido e acquoso.

TOSSE SECCA

I sintomi legati alla gola possono essere ancora più difficili da distinguere nelle due condizioni ma di solito c’è una differenza evidente: la presenza di catarro. Di solito le allergie presentano una tosse secca. Le allergie potrebbero anche causare irritazione alla gola.Inoltre, le persone colpite dal raffreddore spesso sviluppano il mal di gola, che non è quasi mai presente nell’allergia.

PRURITO AGLI OCCHI

Nel caso del raffreddore gli occhi potrebbero arrossarsi mentre è più probabile che le allergie causino sintomi quali irritazione e prurito. Le allergie possono anche causare un certo gonfiore intorno agli occhi.

SINTOMI PERSISTENTI

Il raffreddore, di solito, fa il suo corso in media da tre a cinque giorni o al massimo per una settimana. I sintomi allergici, specialmente con esposizione continua agli allergeni, possono durare molto più a lungo.

FEBBRE

I raffreddori (e l’influenza) possono causare la febbre con maggiore probabilità rispetto alle allergie. Anche se è possibile, nelle allergie gravi, assistere a un aumento della temperatura corporea.

DOLORE MUSCOLARE

Mentre le allergie possono indurre stanchezza, il raffreddore (o l’influenza), invece, causa dolore muscolare.

Commenti