Quali sono le malattie che provocano il prurito?

Hai spesso il desiderio di grattarti, senti quella sensazione di prurito a cui non sai resistere. Cosa sta succedendo al tuo corpo? Le possibili cause.

prurito in testa
  • Il prurito è una sensazione di pizzicore che ci spinge a grattarci e può essere localizzato in un’area del corpo o su tutto il corpo.
  • Il prurito nasce dalla stimolazione di certe terminazioni nervose periferiche da parte di sostanze infiammatorie.
  • Le malattie associate al prurito possono essere tante, è importante rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Hai spesso il desiderio di grattarti, senti quella sensazione di prurito a cui non sai resistere. Cosa sta succedendo al tuo corpo? Le possibili cause.

Prurito: la spia di malattie?

Il prurito è una sensazione di pizzicore che ci spinge a grattarci, generando più prurito di prima nonostante il sollievo momentaneo. Può essere localizzato in un’area del corpo oppure generalizzato.

Da cosa nasce il prurito?

Il prurito nasce dalla stimolazione di certe terminazioni nervose periferiche, le fibre C, da parte di sostanze infiammatorie, prima fra tutte l’istamina, ma anche altre come le prostaglandine (riconosciute nei processi infiammatori).

Per chi sta attraversando una fase di prurito intenso si sarà anche accorto della presenza di rossore, papule, pustole o pomfi essenziali per far emergere una diagnosi durante una visita dermatologica.

Le cause del prurito possono essere tante, escludendo quelle esterne (come le punture d’insetto) ci focalizzeremo sulle malattie che possono andare da allergie, a malattie epatiche, a neoplasie, a disturbi psichici.

Le malattie associate al prurito

Di seguito vi spiegheremo una serie di malattie che possono essere associate al prurito, come elencato dagli esperti dell’Humanitas:

  • Allergia da contatto (una reazione allergica della pelle dovuta al contatto con sostanze, chiamate allergeni).
  • Anafilassi (è una reazione acuta e violenta dell’organismo verso un particolare antigene o allergene).
  • Blefarite (un’infiammazione acuta o cronica del margine libero delle palpebre).
  • Calcoli cistifellea
  • Cheratosi attinica (è una chiazza ruvida e squamosa che si forma sulla pelle dopo anni di esposizione al sole).
  • Cirrosi biliare primitiva.
  • Cirrosi Epatica.
  • Dengue (una malattia infettiva tropicale causata dal virus Dengue).
  • Dermatite (è una malattia infiammatoria degli strati superficiali della pelle).
  • Dermatite atopica (è una patologia cronica della pelle che si manifesta con eritema, squame e prurito).
  • Dermatite seborroica (è una patologia infiammatoria che interessa le zone seborroiche del cuoio capelluto, del volto e del tronco).
  • Dermatofitosi (sono infezioni fungine che interessano la porzione cheratinizzata di cute e annessi).
  • Disturbi psichici (prurito psicogeno).
  • Epatite.
  • Eritema solare.
  • Follicolite (un’infezione acuta del follicolo pilifero).
  • Geloni (lesioni localizzate e reversibili dei tessuti molli, conseguenti all’esposizione al freddo intenso).
  • Impetigine (un’infezione della pelle che colpisce soprattutto i bambini).
  • Insufficienza renale
  • Intolleranze alimentari
  • Ittiosi (sono un gruppo di malattie genetiche caratterizzate dalla forte tendenza alla desquamazione cutanea generalizzata).
  • Lichen planus (è una dermatosi infiammatoria che colpisce pelle, mucose e unghie).
  • Mollusco contagioso (è un’infezione virale che colpisce pelle e mucose).
  • Morbillo.
  • Nei.
  • Pitiriasi rosea (una malattia benigna della pelle che si manifesta improvvisamente con una prima chiazza rossastra e squamosa).
  • Policitemia vera (raro tumore del sangue).
  • Psoriasi (è una malattia infiammatoria della pelle solitamente di carattere cronico e recidivante).
  • Rosacea (è una dermatosi cronica, ovvero un’alterazione patologica della cute, che interessa di solito l’area centrale del volto).
  • Scabbia (malattia contagiosa della pelle).
  • Sindrome dell’occhio secco ( è un disturbo oculare dovuto ad una ridotta produzione lacrimale).
  • Tinea versicolor (è un’infezione cutanea superficiale causata da alcuni funghi del genere Malassezia).
  • Tripanosomiasi africana (o malattia del sonno, infezione trasmessa all’uomo attraverso il morso di mosca tse-tse infetta da un parassita).
  • Tumore al fegato.
  • Ulcera corneale (è un’infezione oculare che causa una piaga aperta infetta sulla cornea).
  • Ustioni.
  • Varicella.
  • Vene varicose.