Cosa succede al nostro corpo quando mangiamo le pesche

Le pesche contengono molti nutrienti necessari all'organismo per funzionare al meglio. Ecco cosa (forse) non sapevi.

pesche

Le pesche (Prunus persica) appartengono alla famiglia delle Rosacee, che comprende frutti come le prugne e le ciliegie. Questo frutto ha un aroma delicato e una polpa succosa e giallastra. L’interno può variare dal colore bianco all’arancio o al gialle.

Le pesche possono essere consumate da sole o aggiunte a una varietà di piatti. Sono ricche, come si apprende dal sito DrFarrahmd.com, di nutrienti necessari all’organismo per funzionare al meglio. Una pesca di dimensioni medie contiene, infatti, circa 59 calorie e 0 colesterolo. In particolare, il frutto è una ricca fonte di vitamina E (alfa-tocoferolo), vitamina A, vitamina C (acido ascorbico), vitamina B1 (tiamina), vitamina B2 (riboflavina), vitamina B3 (niacina), vitamina B-6, vitamina K (fillochinone) e folato. Contiene anche minerali utili come rame, ferro, calcio, magnesio, potassio, fosforo e zinco.

Inoltre, nel frutto sono presenti anche composti benefici che possono aiutare a combattere lo stress ossidativo e proteggere il corpo dall’invecchiamento e da varie malattie.

Salute degli occhi

Tre o più porzioni di pesche possono ridurre il rischio di degenerazione maculare legata all’età. Poiché il frutto è una ricca fonte di beta carotene, dà speranza a chi ha problemi agli occhi. Il beta carotene, infatti, aiuta a migliorare la salute della vista, aumentando la circolazione del sangue in tutte le parti del corpo.

Sistema immunitario

Grazie alla presenza di zinco e vitamina C, le pesche possono aiutare a mantenere un sistema immunitario sano. Questi due componenti importanti del frutto hanno proprietà antiossidanti e cicatrizzanti, possono aiutare a combattere le infezioni e prevenire malattie come raffreddore, diarrea, malaria e polmonite.

Salute del cuore

Se consumato regolarmente, le pesche possono aiutare a rafforzare il cuore e a stimolare il flusso di sangue verso il corpo. Di conseguenza, una persona può avere livelli di colesterolo più bassi nei vasi sanguigni e ridurre le probabilità di aterosclerosi.

Disintosiccazione dei reni

Il potassio aiuta a purificare la vescica e a ridurre le malattie legate ai reni. Le pesche sono ricche di questo minerale e, insieme ad altre vitamine essenziali, possono aiutare a mantenere la normale funzionalità epatica e renale.

Previene il cancro

La pelle e la polpa della pesca sono ricche di acido caffeico e di carotenoidi. Questi due sono tipi di antiossidanti che hanno proprietà antitumorali. La ricerca ha scoperto che le pesche possono proteggere il corpo dal cancro al seno, al cavo orale, al colon e ai polmoni.

Prevenzione dell’anemia

Le pesche sono ricche di ferro: ciò aiuta ad aumentare la produzione dell’emoglobina, minimizzando e prevenendo in questo modo l’anemia.

Seguici anche su News Republic. Scarica l’APP, è gratis: