Coagulo del sangue. Quando bisogna chiamare un medico (e presto)

Quando ci si taglia accidentalmente, la capacità coagulante del sangue e ciò che salva dalle emorragie. Ma è un problema quando è all'interno.

0
730

Quando ci si taglia accidentalmente, la capacità coagulante del sangue e ciò che salva dalle emorragie.

Quando, però, si forma un coagulo di sangue all’interno del corpo e non si rompe, le conseguenze alla salute possono essere molto gravi.

I coaguli si possono formare in qualsiasi parte del corpo sia nelle arterie che ne nelle vene e possono causare ipossia (mancanza di ossigeno) e danni agli organi.

Ecco perché è importante sapere riconoscere i segni di un coagulo di sangue interno in modo da potere immediatamente chiamare i soccorsi.

BRACCIA E GAMBE

Se un coagulo di sangue avviene all’interno di un arto, potrebbe essere il segnalale di una TVB, ovvero trombosi venosa profonda.

Si tratta di un pericolo dal momento che il coagulo può rompersi e finire nel cuore e nei polmoni.

La mancanza di movimento (ad esempio, un lungo viaggio in aereo) può aumentare il rischio di DVT.

In caso di sintomi come i seguenti, bisogna richiedere immediata assistenza medica:

  • Braccia o gamba gonfia;
  • Colore dell’arto rosso o azzurro ed è caldo al tatto;
  • Dolore nell’arto;
  • Difficoltà a respirare (tosse, tosse con sangue, dolore toracico);
  • Vertigini.

CUORE

Un coagulo di sangue nel cuore può portare a un attacco di cuore.

I sintomi:

– Dolore al petto e al braccio;
– Sudorazione;
– Respirazione difficoltosa.

POLMONI

Un coagulo di sangue nel polmone causa l’embolia polmonare, condizione che è spesso mortale.

Sintomi:

– Mancanza di respiro o difficoltà respiratorie;
– Dolore al petto;
– Tosse;
– Sudorazione;
– Vertigini.

CERVELLO

Quando un coagulo di sangue si presenta nel cervello, può causare un ictus.

I sintomi:

– Vista e linguaggio compromesso;
– Convulsioni;
– Debolezza generale.

ADDOME

I coaguli di sangue nell’addome possono essere il risultato di diverticolite o malattie epatiche. A volte, anche l’uso di pillole contraccettive può contribuire alla formazione di coaguli nel sangue.

Sintomi:

– Nausea e/o vomito;
– Diarrea;
– Sangue nelle feci;
– Dolore nel ventre che peggiora dopo aver mangiato;
– Sensazione di gonfiore.

RENI

Un coagulo di sangue nel rene può comportare l’ipertensione e l’insufficienza renale.

Sintomi:

– Dolore nel lato dell’addome, gambe o cosce;
– Sangue nelle urine;
– Febbre;
– Nausea o vomito;
– Pressione sanguigna alta;
– Gonfiore improvviso a una gamba;
– Respirazione difficoltosa.

Commenti