Trombosi venosa profonda al braccio: sintomi e fattori di rischio

La trombosi venosa profonda (TVP) è una condizione in cui si ha un coagulo di sangue nelle vene profonde del corpo. Stando a vari studi, circa il 10% dei casi di TVP avviene negli arti superiori, ovvero nelle braccia.

0
braccio

La trombosi venosa profonda (TVP) è una condizione in cui si ha un coagulo di sangue nelle vene profonde del corpo. Stando a vari studi, circa il 10% dei casi di TVP avviene negli arti superiori, ovvero nelle braccia.

I SINTOMI

Spesso un coagulo di sangue nel braccio non causa sintomi all’inizio. Tuttavia, si possono verificare gradualmente in seguito. Ecco quando bisogna chiedere cure mediche immediate:

GONFIORE IN UN BRACCIO

Il gonfiore si può verificare senza alcun motivo apparente come nel caso di lesioni o allergie. Se ciò accade, potresti avere un coagulo di sangue che blocca il normale flusso di sangue nel braccio.

DOLORE DA CRAMPI

Se il flusso sanguigno viene bloccato, il sangue cercherà lo stesso di penetrare nelle vene e potrebbe danneggiare i tessuti circostanti. Potrebbe anche creare una pressione sui nervi, che può causare dolore.

MODIFICA DEL COLORE E DELLA TEMPERATURA DELLA PELLE

Spesso la pelle del braccio diventa rossa o addirittura blu a causa del coagulo di sangue che blocca la vena. A seconda delle dimensioni e della posizione, la temperatura del braccio potrebbe diminuire o aumentare in modo significativo.

FEBBRE LIEVE

La febbre può indicare l’infiammazione dei vasi sanguigni e necessariamente un coagulo di sangue. Ma se il coagulo è presente, può formare un blocco e portare a un’infezione. La temperatura non si normalizzerà fino a quando il problema non sarà risolto.

[amazon_link asins=’B07CYQGP4W,B06XZYP5FW,B078VZK1QS,B073CDLRRJ,B07B2R2CNS,B008LVM70Q,B00IIOI9Q2,B00CLC7XN2,B00440D8A6′ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’0e7ed27e-ac30-11e8-970c-0560305bc262′]

INTORPIDIMENTO E FORMICOLIO

Intorpidimento, sensazione di formicolio o sensazione di debolezza si possono verificare a causa dell’insufficiente afflusso di sangue nei muscoli e nei nervi nel braccio. Inoltre, ciò può determinare la pressione all’interno del braccio, che può anche impedire l’attività dei nervi e dei muscoli.

FATTORI DI RISCHIO

In genere, se hai meno di 40 anni, sei attivo, segui un’alimentazione sana e non hai una storia di coaguli di sangue in famiglia, non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Tuttavia, ci sono fattori di rischio moderati e alti.

Moderati fattori di rischio:

  • oltre 65 anni;
  • lunghi viaggi in auto, treno, aereo o autobus;
  • cancro / chemioterapia;
  • frattura dell’osso;
  • farmaci per il controllo delle nascite;
  • gravidanza;
  • malattia del cuore;
  • peso eccessivo;
  • disturbo ereditario della coagulazione del sangue.

Fattori ad alto rischio:

  • interventi chirurgici significativi;
  • trauma grave (incidente d’auto, caduta, ecc.);
  • paralisi delle gambe;
  • soggiorno in ospedale.

Un coagulo di sangue che si forma nel braccio può influenzare diverse altre parti del corpo. Può viaggiare attraverso il sistema cardiovascolare e rimanere bloccato nei polmoni, nel cuore, nel cervello, ecc. Questo può diventare letale in brevissimo tempo. Pertanto, è estremamente importante ridurre al minimo il rischio di formazione dei coaguli di sangue e rivolgersi immediatamente a un medico in caso di comparsa di uno dei sintomi.

Commenti