Testicoli e cervello hanno più in comune di quello che credi

A prima vista, i testicoli e il cervello non hanno nulla in comune. Ma non è così. Cosa ha scoperto un team di scienziati.

A prima vista, i testicoli e il cervello non hanno nulla in comune. I primi si occupano della riproduzione mentre il secondo è complesso nella sua struttura come nelle funzioni biologiche che svolge.

Un team di ricercatori portoghesi, però, in collaborazione con un team britannico, sono andati oltre a questa apparenza. In una pubblicazione su Open Biology hanno rivelato un numero sorprendente di somiglianze tra i testicoli e il cervello umano.

Il primo punto di confronto è il tessuto. Le cellule cerebrali possono essere separate in due gruppi: neuroni e cellule gliali, che a loro volta comprendono quattro tipi di cellule che supportano l’attività dei neuroni. Gli scienziati hanno fatto un’analogia simile per le cellule testicolari. I tubuli seminiferi sono l’unità funzionale dei testicoli, quelli che producono lo sperma, proprio come i neuroni sono responsabili dell’elaborazione delle informazioni nel cervello. Questi tubi seminiferi sono costituiti da cellule germinali, dove nascono i gameti, e cellule del Sertoli, che formano i tubi. Gli scienziati hanno anche notato somiglianze tra neuroni e sperma.

dolore ai testicoli e covid-19

Questi due organi sono anche molto energivori. Entrambi ottengono l’energia dal lattato, un metabolita prodotto dagli astrociti nel cervello e dalle cellule del Sertoli nei testicoli. Questa energia è principalmente destinata alla cognizione e alla spermatogenesi.

Anche il cervello e i testicoli sono isolati dal resto del corpo. Si tratta di un privilegio immunitario, rispettivamente ciò avviene tramite la barriera emato-encefalica e i testicoli ematologici.

Gli scienziati hanno anche osservato il proteoma dei due organi, vale a dire l’insieme di proteine ​​che esprimono in un dato momento.

Secondo le informazioni raccolte dagli scienziati, i testicoli e il cervello condividono 13.442 proteine ​​diverse, più di qualsiasi altro organo studiato, 31 in totale. Sono coinvolti nel funzionamento e nello sviluppo di entrambi gli organi.

Foto di Pete Linforth da Pixabay

Questo perché i testicoli fanno parte del sistema neuroendocrino. Pertanto, comunicano strettamente con il cervello, soprattutto attraverso gli ormoni, come l’ormone di rilascio della gonadotropina ipofisaria (GnRH) prodotto dall’ipotalamo nel cervello.

Le somiglianze tra questi due organi opposti permetterebbero agli scienziati di migliorare la nostra comprensione delle disfunzioni che colpiscono sia i testicoli che il cervello: «È stata osservata un’associazione tra il processo degenerativo del sistema nervoso centrale e la degenerazione testicolare, senza coesistenza di lesioni ipofisarie», hanno scritto gli autori dell’articolo. Fonte: Futura-Sciences.com.

LEGGI ANCHE: Influenza aviaria H10N3, primo caso negli esseri umani in Cina.