Quarantena, Bassetti avvisa: “Molti italiani non potranno votare”

L'avvertimento di Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive al policlinico San Martino di Genova, in un post su Facebook.

Matteo Bassetti, infettivologo genovese.
Matteo Bassetti, infettivologo genovese.

“Se ci sarà una nuova fiammata di contagi a settembre (molto probabile) e non si cambieranno le regole della quarantena, moltissimi italiani non potranno votare. Una ulteriore buona ragione per cambiare regole che sono ormai vecchie e inutili. Consentiamo ai positivi di poter uscire e votare indossando la mascherina. Molti altri paesi l’hanno già fatto da tempo”.

Così Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive al policlinico San Martino di Genova, in un post su Facebook.

In un video, invece, Bassetti ha affermato che “non si parla più della campagna vaccinale o della quarta dose. Si parla solo di campagna elettorale”.

“La campagna per la quarta dose è stata un fallimento totale – ha detto Bassetti -: il 30% degli over 80 ha fatto la quarta dose, il 13% degli over 70 e solo il 7% degli over 60. Partire in estate è stato un errore. Bastava chiedere a chi fa questo mestiere per sapere che sarebbe stato un fallimento annunciato”.

La quarta dose che, invece, sarà “fondamentale per mettere in protezione almeno la parte più fragile della popolazione, cioé le persone più anziane e quelle con comorbilità”, soprattutto “in autunno quando con la variante Centaurus avremo tanti contagi. Dobbiamo fare quello che fanno altri Paesi che si stanno muovendo verso una vaccinazione a settembre-ottobre, già orientata sulle varianti Omicron e bisognerà destinare questa vaccinazione agli over 65 e alle persone fragili”.

LEGGI ANCHE: Covid-19, per Pier Paolo Sileri “il peggio è passato”