Qual è la posizione migliore per dormire? La risposta della scienza

I ricercatori hanno determinato la posizione ottimale per un sonno riposante.

Qual è la migliore posizione per dormire? Sulla schiena, sul lato?

La scienza ha risposto a questa domanda e probabilmente non è una buona notizia. Sì, perché soltanto il 7% delle persone dorme sulla schiena. Eppure è così che il sonno è il più rigenerante per il corpo.

LA POSIZIONE PEGGIORE

Una posizione cattiva (quindi, sul lato o sullo stomaco) può causare affaticamento muscolare, apnee notturne, dolore alla schiena e al collo, crampi, bruciore di stomaco, ecc.

E dormire sulla pancia, secondo gli esperti, è la posizione peggiore perché tutto il corpo e soprattutto lo stomaco è sotto pressione.

LEGGI ANCHE: 5 alimenti che possono causare il mal di testa.

DORMIRE SULLA SCHIENA

Si tratta della posizione neutra per eccellenza, quella in cui i muscoli e le articolazioni subiscono la minima pressione. Alcuni esperti affermano che possiamo rafforzare il sonno sulla schiena, ad esempio mettendo dei cuscini dietro al corpo.

Tuttavia, questa è la posizione che incoraggia maggioramente al russare. Insomma, un problema per chi ci dorme accanto ma il sonno, almeno, sarà migliore…

LEGGI ANCHE: Alluminio per gli alimenti, i rischi per la salute.