Prurito al seno, quali sono le cause?

Il prurito al seno o al capezzolo è uno dei disturbi più riportati dalle donne. Ma quali sono le cause? Ne parliamo qui.

Il prurito al seno o al capezzolo è uno dei disturbi più riportati dalle donne. Ma quali sono le cause? Ve ne parliamo qui sotto.

Prurito al seno: le cause più banali

Il prurito al seno è un disturbo molto comune. Molte donne richiedono un parere medico per capire l’origine di questo sintomo. In realtà, sono diverse le cause che si associano a questo fenomeno, alcune di queste molto banali, altre invece richiedono attenzione medica.

In assenza di patologie, il prurito al seno o al capezzolo può essere dovuto alla secchezza della pelle in quella precisa zona del corpo. Infatti, la pelle che ricopre e circonda il capezzolo è molto delicata e facilmente incline a manifestare arrossamenti e disidratazione.

Questi fenomeni possono essere causati dall’utilizzo di saponi e cosmetici aggressivi oppure dall’uso di indumenti intimi fabbricati con tessuti sintetici. Basterà quindi cambiare il detergente utilizzato sostituendolo con uno più delicato o indossare intimo di cotone.

Anche gli sbalzi ormonali legati al ciclo mestruale possono associarsi a dolori e pruriti nella regione del seno, così come la gravidanza.

Ma quali sono le patologie che si manifestano attraverso il prurito al seno?

Prurito al seno e patologie

Alcune patologie possono essere segnalate dal prurito al seno. Tra queste, ricordiamo:

  • la mastite, ovvero una malattia infiammatoria di origine batterica che può manifestarsi durante l’allattamento o successivamente ad una ferita al capezzolo (come, ad esempio, un piercing)
  • le patologie della pelle come la dermatite e la psoriasi
  • l’ectasia duttale, ovvero una patologia benigna non cancerosa che consiste nella dilatazione di uno o più dotti galattofori (che portano il latte verso il capezzolo)
  • la malattia di Paget, una forma di tumore al seno che può manifestarsi in donne e uomini. Essa viene caratterizzata dalla presenza di lesioni che ricordano una semplice irritazione della pelle nella zona del capezzolo. In questo caso, la diagnosi tempestiva è di importanza cruciale.

Se il prurito persiste, vi consigliamo di ricorrere al parere medico per individuare la causa.

LEGGI ANCHE: Come togliere in sicurezza una zecca dalla pelle