Ok nel Regno Unito all’antivirale molnupiravir contro il Covid-19, come funziona

L’antivirale Lagevrio (molnupiravir) è sicuro ed efficace nel ridurre il rischio di ospedalizzazione e morte nelle persone con il COVID-19 da lieve a moderato e che sono a maggior rischio di sviluppare malattie gravi. Lo ha l’Agenzia britannica di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA).

“Ciò fa seguito – si legge sul sito governativo – a una rigorosa revisione della sua sicurezza, qualità ed efficacia da parte dell’autorità di regolamentazione del Regno Unito e dell’organismo consultivo scientifico indipendente del governo, la Commissione sui medicinali umani, che lo rende il primo antivirale orale per il trattamento di COVID-19 ad essere approvato”.

Sviluppato da Ridgeback Biotherapeutics e Merck Sharp & Dohme (MSD), Lagevrio agisce interferendo con la replicazione del virus. Ciò gli impedisce di moltiplicarsi, mantenendo bassi i livelli del virus nel corpo e riducendo, quindi, la gravità della malattia.

Sulla base dei dati degli studi clinici, Lagevrio è più efficace se assunto durante le prime fasi dell’infezione e, pertanto, l’MHRA ne raccomanda l’uso il prima possibile dopo un test COVID-19 positivo ed entro cinque giorni dall’insorgenza dei sintomi.

Molnupiravir è stato autorizzato per l’uso in persone che hanno il COVID-19 da lieve a moderato e almeno un fattore di rischio per lo sviluppo di malattie gravi. Tali fattori di rischio comprendono obesità, età avanzata (>60 anni), diabete mellito o malattie cardiache.

Il segretario alla sanità e all’assistenza sociale Sajid Javid ha dichiarato:

“Oggi è un giorno storico per il nostro Paese, poiché il Regno Unito è ora il primo Paese al mondo ad approvare un antivirale che può essere assunto a casa per il COVID-19. Questo sarà un punto di svolta per i più vulnerabili e gli immunodepressi, che presto potranno ricevere il trattamento innovativo”.

“Il Regno Unito sta aprendo la strada alla ricerca, allo sviluppo e al lancio dei trattamenti più all’avanguardia, e il mio ringraziamento va ai team di esperti dell’MHRA e dell’MSD per questo trionfo, così come alla task force antivirali che hanno procurato il trattamento”.

“Stiamo lavorando al passo con il governo e con il SSN per definire i piani per distribuire il molnupiravir ai pazienti il prima possibile”.

“Questo antivirale sarà un’eccellente aggiunta al nostro arsenale contro il COVID-19, ed è fondamentale che tutti si facciano avanti per il loro vaccino salvavita COVID-19, in particolare quelli idonei per un richiamo, per garantire che il maggior numero possibile di persone sia protetto nei prossimi mesi”.