5 importanti motivi per scoprire se il tuo cane ha il diabete mellito

Il diabete mellito colpisce un cane ogni cento. Si tratta di una malattia che si può trattare ma ci vuole molta cura. Ecco perché è importante capire se il tuo cane l'abbia o meno.

0
diabete-cane

Secondo alcune stime, 1 cane su 100 che raggiunge i 12 anni sviluppa il diabete mellito (DM). Si tratta di un problema ormonale in cui il pancreas non riesce a produrre abbastanza insulina, l’ormone che aiuta a spingere lo zucchero (glucosio) nelle cellule del corpo.

Senza l’insulina, le cellule del corpo ‘muoiono’ di fame. Sfortunatamente, ciò stimola il corpo a produrre sempre più zucchero (nel tentativo di nutrire le cellule). Ecco perché il livello di zucchero nel sangue del cane è elevato (iperglicemia) in caso di diabete mellito.

Senza l’insulina, quindi, lo zucchero non può entrare nelle cellule, ecco perché è necessario somministrare quest’ormone al cane con una piccola siringa due volte al giorno. Nei cani, questa è una malattia che può essere costosa da trattare: oltre all’insulina da somministrare, infatti, bisogna andare spesso dal veterinario.

I sintomi del diabete mellito nei cani

  • Bere eccessivo;
  • Minzione eccessiva;
  • Incidenti urinari in casa;
  • Sovrappeso o obesità;
  • Atrofia muscolare;
  • Appetito famelico;
  • Infezioni frequenti del tratto urinario;
  • Debolezza;
  • Pelo scarno;
  • cecità per via della cataratta;
  • neuropatia (problemi nervosi).

Man mano che il cane invecchia, vale la pena andare dal veterinario per eseguire un’analisi del sangue all’animale. Ciò aiuterà a escludere problemi ai reni e al fegato, anemia, infezioni e il diabete mellito. Prima si riconoscono i segni clinici, prima il cane può essere trattato con l’insulina e meno complicazioni possono presentarsi.

Quindi, in caso di uno dei sintomi di cui sopra, il consiglio è di fissare presto un appuntamento con il veterinario, così da ottenere questi benefici:

Il cane vivrà a lungo

Il diabete mellito può abbreviare la vita del cane, poiché si possono verificare complicazioni secondarie e infezioni. A causa del diabete, il corpo è immunodepresso ed è più probabile che sviluppi complicazioni diabetiche che causano danni a lungo termine.

Il cane vedrà meglio

Lo sapevate che la maggior parte dei cani con il diabete alla fine diventa cieco per via della cataratta? Anche nei cani diabetici ben controllati, lo zucchero in eccesso nel corpo può avere effetti secondari sulla lente dell’occhio, causando la formazione della cataratta, con conseguente cecità e infiammazione secondaria in entrambi gli occhi. La chirurgia della cataratta può essere eseguita ma è costosa.

Risparmio di soldi

Il trattamento per il diabete mellito comprende due volte al giorno un iniezione di insulina, diete ad hoc, frequenti visite dal veterinario per l’esame del sangue. Inoltre, dato che i cani diabetici non possono rinunciare all’insulina, si potrebbe essere costretti ad assumere un dog sitter.

Meno ‘incidenti’ con la pipì in casa

Uno dei più grandi segni del diabete mellito incontrollato è l’eccessiva minzione e gli incidenti urinari in casa. A causa dell’iperglicemia, infatti, i cani sono anche a maggior rischio di infezioni del tratto urinario.

In conclusione, avere un animale diabetico è un grande impegno per i motivi appena elencati. I cani con il diabete, comunque, possono vivere per anni con cure e trattamenti appropriati.

Commenti