Intertrigine: cos’è, cause, sintomi e prevenzione

Hai mai sentito parlare di intertrigine? È un termine medico per indicare una condizione infiammatoria che colpisce le parti della pelle che sono spesso in contatto.

0
Intertrigine

Hai mai sentito parlare di intertrigine?

È un termine medico per indicare una condizione infiammatoria che colpisce le parti della pelle che sono spesso in contatto come le ascelle, l’inguine, sotto il seno, le pieghe della pelle, tra le dita dei piedi, ecc. Si tratta di una dermatite irritante che provoca eruzioni cutanee ed è spesso accompagnata da un’infezione batterica o da lievito.

LE CAUSE

Poiché l’intertrigine è una condizione infiammatoria della pelle, ci sono alcuni fattori che possono causarla e persino peggiorarla, in quanto crea un ambiente ideale per i germi:

  • umidità (specialmente sudore);
  • calore;
  • attrito continuo tra le pieghe della pelle;
  • mancanza di circolazione dell’aria.

[amazon_link asins=’B01BWTGIUS,B009KHYML2,B073B818H7,B01F79M8VM,B072ZN9BPV,B071SHVPZ1,B01NARTUBW,B00S18R358,B01LYWSHA7,B01NCU535H’ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’5209a330-b41b-11e8-9bf3-e550edfa9f6c’]

FATTORI DI RISCHIO

In genere, i fattori di rischio elencati di seguito possono contribuire allo sviluppo della condizione. Inoltre, le persone con il diabete di tipo 2 sono predisposte.

Si consiglia, pertanto, di sottoporsi a controlli regolari e di ridurre al minimo i fattori di rischio:

  • vestiti stretti;
  • scarsa igiene;
  • peso eccessivo;
  • antibiotici e corticosteroidi specifici (consultare un dermatologo);
  • sistema immunitario debole.

SINTOMI

Considerando il fatto che i problemi della pelle non sono rari, bisogna conoscere i sintomi specifici dell’intertrigine per identificarla, o almeno per fissare un appuntamento con un dermatologo.

I sintomi più comuni:

  • eruzione rossastra, a volte brunastra;
  • prurito;
  • pelle che trasuda
  • odore di muffa;
  • pelle squamosa.

PREVENZIONE

La condizione si verifica spesso nei neonati e negli adulti e si può prevenire così:

  • Fare una doccia una volta al giorno (due volte in estate). È anche importante mantenere la pelle asciutta e fresca;
  • Non indossare abiti stretti, perché possono aumentare la temperatura e causare attriti;
  • Reggiseni di qualità. Evitare di indossare reggiseni con supporto debole.
  • La condizione si può verificare nei neonati a causa di cambiamenti rari di pannolini. Occorre farlo più spesso;
  • Perdere peso è una buona idea per sbarazzarsi delle pieghe della pelle che possono potenzialmente causare un’infezione.

Commenti