Igiene intima femminile: 8 cose che forse non sai

Quando si parla di igiene intima femminile, ci sono donne che sbagliano la modalità con cui se ne occupano. Ecco cosa è meglio sapere.

0
igiene-intima-femminile

In merito alla pulizia degli organi genitali, alcune donne sono spesso eccessivamente zelanti. Ma ciò di solito non porta a nulla di buono. Gli organi genitali femminili, infatti, sono un sistema indipendente ed equilibrato. Ecco qualche utile consiglio.

INTIMO CONFORTEVOLE E DI ALTA QUALITÀ

Gli esperti raccomandano la scelta di biancheria intima di cotone. Mutandine troppo aderenti, sintetiche e scomode non dovrebbero essere indossate. Gli organi genitali non hanno accesso all’aria e questo aumenta il rischio di infezioni da lieviti (candidosi).

NON ABUSARE DELLE BOMBE DA BAGNO

Un bagno caldo con schiuma profumata e candele è un ottimo modo per rilassarsi ma i medici raccomandano di rinunciare alle bombe colorate. Questi prodotti possono influenzare negativamente il livello di pH della vagina, rendendola più suscettibile alle infezioni e alle irritazioni. Basta ridurre l’utilizzo a 1-2 al mese.

LAVARE CORRETTAMENTE LA VULVA

Mentre la vagina si pulisce da sola, la parte esterna dei genitali, compresa la vulva, deve essere lavata correttamente. Batteri, cellule epiteliali morte accumulate e sebo possono svilupparsi all’interno delle sue pieghe. Per lavare la vulva, non c’è bisogno di una salvietta e sapone profumato, che possono causare una reazione allergica o irritazione. È meglio scegliere un prodotto morbido senza alcun odore. Il sapone di castiglia, ad esempio, è adatto a questo scopo.

LA VAGINA È AUTOPULENTE

La vagina ha i suoi metodi per mantenere il livello giusto di pH per prevenire le infezioni. La vagina è un ambiente acido con un pH compreso tra 3,8 e 4,4. Pertanto, l’uso di strumenti per l’igiene intima con un pH neutro (circa 5) non ha molto senso.

OGNI VAGINA HA IL SUO ODORE

L’odore è spesso causa di preoccupazione ma non è un indicatore di pulizia. Ogni donna ha il suo odore vaginale, che può variare a seconda dell’alimentazione e del ciclo mestruale. Non bisogna cercare di mascherare l’odore con strumenti profumati in quanto ciò può causare irritazioni.

SBARAZZARSI DELLE PASTIGLIE AROMATIZZATE

I tamponi profumati possono disturbare l’equilibrio del pH nella vagina, causando reazione allergica o irritazione, quindi è meglio scegliere prodotti senza profumo.

CONTROLLARE REGOLARMENTE LA VULVA PER PREVENIRE IL CANCRO DELLA PELLE

Sebbene i genitali non vedano molto spesso la luce del sole, sono anche a rischio di sviluppare il cancro della pelle e altre malattie pericolose.È opportuno, quindi, controllare regolarmente la vulva e l’area circostante con uno specchio. Non trascurare l’aspetto di voglie e nuovi nei. Questi cambiamenti vanno discusse con uno specialista.

COSMETICI

Creme da barba, gel doccia, lozioni, spray, saponi possono causare il prurito. Anche le salviettine umidificate regolari possono provocare irritazioni ed eruzioni cutanee.

Commenti