Pipì che fa cattivo odore, come rimediare?

Le urine maleodoranti sono la spia di patologie sottostanti, è bene correre ai ripari: comprendi la causa e poni rimedio.

urina

Le urine maleodoranti sono sempre un campanello d’allarme di patologie, infiammazioni o infezioni che riguardano l’apparato urinario che comprende reni, ureteri, vescica e uretra. Che possa esserci della preoccupazione è sano e doveroso verso la vostra salute.
Non stupirebbe se in concomitanza al cattivo odore fossero presenti altri sintomi quali sangue e bruciore durante la minzione.

Urine maleodoranti: perché?

L’urina puzza e questo è un dato di fatto, il vostro olfatto non riesce ad abituarsi a questo sgradevole odore e volete correre ai ripari. Premettendo che il primo consiglio è sempre quello di recarsi dal proprio medico di fiducia, cercheremo di darvi qualche consiglio ma prima di procedere vediamo quali possono essere le possibili cause.

  • cistiti;
  • prostatiti;
  • uretriti;
  • disfunzioni renali;
  • calcoli renali;
  • patologie epatiche (pipi gialla);
  • cistoplielite;
  • gonnorea;
  • clamidia;
  • trichomonas.

Delle note positive:

  • se bevendo molta acqua vi accorgete che il cattivo odore dell’urina cessa, allora non c’è un nesso con una patologia sottostante.
  • Oppure, se l’urina ha iniziato a puzzare in concomitanza con l’assunzione di un determinato farmaco, state tranquilli, probabilmente è questa la causa.
  • Ancora, l’urina maleodorante si può presentare in seguito all’assunzione di alcuni cibi quali asparagi (l’urina è verde e puzza di zolfo), il rabarbaro (l’urina è rossa), la zucca (l’urina è gialla).

Bisogna allarmarsi quando l’urina è schiumosa e si sente l’odore di ammoniaca, in questi casi bisogna fare un’esame delle urine per evidenziare eventuali cariche virali, batteriche o la presenza di una patologia legata al funzionamento renale.

Per rivelare le infezioni dell’apparato urinario è invece necessario ricorrere all’urinocoltura.

Rimedi per contrastare la pipì che puzza

Per alleviare il disturbo esistono dei rimedi naturali:

  • Assumere 2 litri di acqua al giorno.
  • Bere succo di mirtillo e aglio, nel caso in cui l’odore sia causato da un’infezione delle vie urinarie.
  • Assumere acqua con orzo e succo di limone.
  • Mangiare yogurt magro se l’infezione è causata dalla candida vaginale.
  • Far bollire due cucchiai di semi di cumino in cinque litri d’acqua. Quando raffreddata bere questa miscela durante l’arco della giornata.