Se soffri di questi tre sintomi allora il tuo fegato non sta bene

Tra gli organi indispensabili c'è sicuramente il fegato che svolge più di 500 funzioni. Tre sintomi del suo cattivo funzionamento da conoscere.

Tra gli organi indispensabili c’è sicuramente il fegato che svolge più di 500 funzioni. Sfortunatamente, però, cibo e bevande in eccesso possono danneggarlo, compromettendone l’operatività.

Tra i vari sintomi a cui bisogna prestare attenzione per sapere se il fegato sia efficiente o meno, ci sono gli occhi gialli.

Infatti, quando le pupille di un paziente diventano gialle, può essere il campanello d’allarme di una malattia al fegato. Anche la pelle potrebbe ingiallire. Tutto ciò a causa dell’accumulo, nella parte posteriore dell’occhio, di bilirubina, pigmento che deriva dalla degradazione dei globuli rossi normalmente scomposti dal fegato.

Quando il fegato è danneggiato, potremmo anche avvertire prurito su tutto il corpo, prodotto dalla ritenzione della bile sotto la pelle. Si tratta di un liquido, secreto dal fegato, che fluisce nel tratto digestivo quando l’organo è sano. In caso contrario, potrebbe anche trovarsi incapace di produrre l’albumina e l’assenza di questa proteina può pure causare gonfiore alle gambe o all’addome (edema).

Infine, uno dei principali segni che indicano che il fegato non è in buone condizioni è la stanchezza. Infatti, l’affaticamento intenso e persistente dimostra che l’organo non funziona correttamente.

LEGGI ANCHE: Quali sono le cause più comuni dei dolori articolari?