Emorroidi esterne, quali sono i rimedi naturali?

Le emorroidi esterne causano sintomi sgradevoli, è necessario trovare una cura efficace. Ci sono rimedi naturali che possono fare al caso vostro.

Le emorroidi (esterne o interne) possono causare fastidi e dolori sgradevoli che c’invitano alla ricerca di un percorso di cura efficace. I rimedi farmacologici sono tanti, tuttavia ce ne sono alcuni naturali alquanto affidabili. Conosciamoli.

Emorroidi, cosa sono?

Le emorroidi sono presenti in tutte le persone sane, sono dei ‘cuscinetti’ che ci permettono di trattenere le feci, quando si presentano i sintomi fastidiosi come sanguinamento, dolore, gonfiore delle emorroidi si parla di sindrome emorroidaria.

Per una corretta informazione, sono 4 i gradi di un prolasso emorroidario:

  • Grado I: congestione del plesso emorroidario interno, visibile solo all’esame proctoscopico o all’esplorazione rettale.
  • Grado II: fuoriuscita di uno o più gavoccioli emorroidari dall’ano in seguito allo sforzo nell’evacuazione; regredisce spontaneamente.
  • Grado III: Fuoriuscita di uno o più gavoccioli, in seguito allo sforzo nell’evacuazione; si può risolvere solo manualmente.
  • Grado IV: prolasso emorroidario completo e stabile al di fuori del canale anale, una condizione irriducibile.

Bisogna sempre rivolgersi al medico per stabilire l’entità del prolasso e la cura da effettuare, tuttavia nella fase iniziale è sempre consigliato aderire ad un’adeguata dieta alimentare composta anche da fibre e molta acqua così da evitare la disidratazione. Un’eventuale terapia farmacologia sarà accostata al trattamento.

Nei casi più gravi può essere consigliato un trattamento chirurgico in regime di Day hospital oppure ambulatoriale.

Rimedi naturali

Abbiamo parlato di terapia farmacologica o chirurgica, tuttavia – nei casi meno gravi – è possibile approcciare ai rimedi naturali che hanno lo scopo di ridurre l’infiammazione e decongestionare le emorroidi.

1. Psillio

Questa pianta officinale contiene la mucillagine che al contatto con l’acqua aumenta di volume creando un lassativo naturale così da facilitare la defecazione e lo svuotamento senza irritare l’intestino. Inoltre, questa sostanza, ha proprietà lenitive e antinfiammatorie. Ottima in caso di stipsi (una delle cause della sindrome emorroidaria).

Come utilizzarla?

Lascia macerare 1-2 cucchiaini di semi in un bicchiere d’acqua mezz’ora prima del pasto serale oppure lascia macerare la notte per bere tutto la mattina a stomaco vuoto.

2. La camomilla

La camomilla la conosciamo tutti per le sue proprietà antinfiammatorie e calmanti. Può essere utilizzata per fare lavaggi anali in quanto ha azione emolliente e decongestionante.

Come fare il lavaggio?

Riempire il bidet con dell’acqua calda e versare una manciata di fiori di camomilla. Lasciare riposare finché l’acqua non diventa tiepida. Immergere la parte o stare a mollo per 15-20 minuti.

3. Lavaggio con olii essenziali

Un altro modo per alleviare i fastidi è quello di fare i lavaggi con acqua tiepida e olii essenziali alla lavanda o al ginepro per ridurre l’infiammazione delle emorroidi.

Come?

Riempire il bidet con acqua tiepida, mettere qualche goccia di olio essenziale, immergersi per 20 minuti circa. Ripetere il lavaggio per 2-3 volte al giorno secondo le necessità.

LEGGI ANCHE: Cos’è lo shock diabetico? Sintomi, cause e trattamento.