Donna ha un orgasmo e i medici scoprono una sindome cardiaca molto rara

Una donna ha un orgasmo e ha innescato una condizione quasi fatale: al Pronto Soccorso i medici le hanno diagnosticato una sindrome cardiaca

Una donna ha un orgasmo e ha innescato una condizione quasi fatale: al Pronto Soccorso i medici le hanno diagnosticato una sindrome cardiaca pericolosa per la vita.

La 45enne è arrivata all’ospedale di Hattiesburg, Mississipi (USA) con un dolore lancinante al petto, comparso dopo avere raggiunto l’orgasmo mentre le gambe le toccavano il petto. La donna ha raccontato di avere sentito un rumore nella zona del petto e il dolore ha cominciato a irradiarsi alla schiena.

I medici hanno diagnosticato la sindrome aortica acuta o AAS, una condizione in cui un’arteria subisce uno strappo, il sangue fuoriesce dal cuore e si forma un’ulcera.

Il caso raro è stato descritto nell’edizione di luglio dell’American Journal of Case Reports dalla squadra del Merit Health Wesley Hospital, rimarcando che è stata la prima volta che l’AAS sia stata segnalata in una fase post-sessuale.

Dolore fortissimo

Il dolore era così atroce che sembrava che qualcuno stesse accoltellando la donna, come ha riportato lei stessa. Ha sofferto anche di nausea e difficoltà a respirare.

Al Pronto Soccorso i medici le hanno somministrato morfina e fentanil per alleviare il dolore, classificato 10 su una scala di 10. Inoltre, è stato appurato che il lato sinistro del cuore della donna non funzionava correttamente. I medici hanno poi trovato un coagulo di sangue nel cuore della donna che l’avrebbe uccisa se non fosse stato curato.

Il trattamento

La donna – con condizioni preesistenti: ipertensione e fumo di 6 – 7 sigarette al giorno – ha trascorso tre giorni in ospedale.

I medici hanno abbassato la pressione sanguigna della donna con l’idralazina. Le hanno anche somministrato una flebo con due farmaci per controllare la frequenza cardiaca.

La sindrome aortica acuta è rara: 2,9 casi diagnosticati ogni 100mila persone all’anno. È più comune negli uomini sulla sessantina. Ogni ora che una persona vive con l’AAS, la sua possibilità di morire aumenta dall’1% al 2%.

LEGGI ANCHE: Quali sono i cibi da evitare in menopausa?