Covid-19, “la fine della pandemia è vicina”, arriva l’annuncio

Tedros Adhanom Ghebreyesus
Tedros Adhanom Ghebreyesus

Il numero dei nuovi casi di Covid-19 in tutto il mondo è diminuito drasticamente. Lo ha affermato ieri, mercoledì 14 settembre, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) invitando tutti a cogliere l’opportunità per porre fine alla pandemia.

I nuovi casi segnalati della malattia, che ha ucciso milioni di persone da quando è stata identificata alla fine del 2019, la scorsa settimana sono scesi al livello più basso da marzo 2020, come riportato dl capo dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus.

“Non siamo mai stati in una posizione migliore per porre fine alla pandemia – ha detto alla stampa – Non ci siamo ancora, ma intravediamo la fine”. Il mondo, però, deve farsi avanti per “cogliere questa opportunità”. “Se non lo facciamo adesso, corriamo il rischio di più varianti, più morti, più interruzioni e più incertezza”.

Secondo l’ultimo rapporto epidemiologico dell’OMS sul Covid-19, il numero di casi segnalati è sceso del 28% a 3,1 milioni durante la settimana terminata l’11 settembre, dopo un calo del 12% in quella precedente.

L’OMS, però, ha avvertito che il numero in calo dei casi segnalati può essere ingannevole dal momento che molti Paesi hanno ridotto i test e potrebbero non essere rilevati, quindi, i casi meno gravi.

“Sappiamo che il numero di casi segnalati all’OMS è sottostimato”, ha detto ai giornalisti Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico dell’OMS sul Covid-19. “Riteniamo che stiano effettivamente circolando molti più casi di quelli che ci vengono segnalati”, avvertendo che il virus “sta circolando a un livello molto intenso in tutto il mondo”.

Da quando è stata dichiarta la pandemia, sono stati registrati 605 milioni di casi e circa 6,4 milioni di morti in tutto il mondo. Questi numeri, però, potrebbe essere sottostimati.

LEGGI ANCHE: Omicron, il virologo Burioni dà “brutte notizie”