Covid-19, Lopalco: “Ondata impetuosa”, quando sarà il picco?

Pierluigi Lopalco, infettivologo.

Per il professor Luigi Lopalco, professore di Igiene e Prevenzione all’Università del Salento, intervistato dal Corriere della Sera, “siamo vicini al picco” della nuova ondata di Covid-19, “a metà luglio dovremmo averlo raggiunto”.

Una previsione fondata “sull’osservazione di quanto sta avvenendo nei Paesi in cui questa variante di Omicron è arrivata per prima”.

Lopalco, infettivologo, ha ossservato che “è una stragione strana, questa ondata è arrivata al seguito di altre due. Non l’aspettavamo, non così impetuosa. Ora l’incidenza è alta”.

Rispetto al passato, l’aumento dei contagi spaventa meno. La popolazione “è sempre più resistente grazie all’immunità di comunità che si crea grazie alla minore intensità clinica del virus” e “molti di quelli che si stanno contagiando hanno vissuto altre infezioni, o si sono vaccinati o hanno la cosiddetta immunità ibrida. In altre parole, non finiscono in ospedale”.

È importante, però, fare il secondo richiamo: “Abbiate fiducia nel vecchio vaccino – esorta Lopalco – non aspettate il nuovo che potrebbe arrivare in autunno. Il virus circola, non lasciamogli libertà, agiamo ora”.

LEGGI ANCHE: Covid-19, Bassetti: “A metà luglio rischiamo un nuovo lockdown”.