Come sgonfiare la pancia con i rimedi della nonna

La sensazione di avere l’addome gonfio può provocare molto disagio e fastidio. Ma sapevate che esistono dei rimedi della nonna per sgonfiare la pancia?

Perché ho la pancia gonfia?

La pancia gonfia, o addome gonfio, si verifica quando l’area dello stomaco è più grande del normale. Questo fenomeno può essere dovuto ad una serie di fattori, a partire dallo stile di alimentazione.

Nelle donne, una delle principali cause del gonfiore all’addome è sicuramente il ciclo mestruale. Anche l’eccesso di gas intestinali si accompagna solitamente a gonfiore e dolore nella zona dello stomaco.

La pancia gonfia può, però, essere il segno di alcune patologie. Se il gonfiore addominale si associa anche ad altri sintomi, vi consigliamo di richiedere un parere medico.

Ma esistono dei rimedi naturali per il gonfiore di stomaco? La risposta è sì.

I rimedi della nonna per sgonfiare la pancia

Ecco una serie di rimedi naturali per ridurre il gonfiore all’addome:

  • Idratarsi. Bere molta acqua, infatti, aiuta a ridurre il gonfiore e ad eliminare le tossine, favorendo la digestione.
  • Assumere fermenti lattici. Mangiare yogurt con fermenti lattici aiuta a diminuire la pancia gonfia.
  • Acqua calda con limone e alloro. Questo è uno dei rimedi della nonna più conosciuti. Bollire dell’acqua con scorza di limone e alloro e berla una volta tiepida vi aiutare col gonfiore addominale. Se non avete a disposizione delle foglie di alloro, è possibile preparare questa bevanda anche soltanto con l’alloro.
  • Tisane al finocchio. Anche questo è un rimedio naturale molto conosciuto. Il finocchio è una delle verdure che può aiutare a sgonfiare l’addome. Per preparare la tisana puoi lasciare in infusione in acqua calda per 5-10 minuti un cucchiaino di semi di finocchio. Dopo aver filtrato la bevanda, consumare a fine pasto.
  • Utilizzare il mirtillo. I mirtilli sono degli ottimi alleati contro il gonfiore addominale, sia quando aggiunti nei frullati sia in formato tisana!

LEGGI ANCHE: Puntini rossi sulle gambe, perché compaiono?