Bere quando fa caldo fa bene alla salute?

Bere quando fa caldo può procurare danni alla salute se non si fa attenzione alla temperatura della bevanda assunta.

Come ben si sa, nel deserto i Tuareg si dissetano bevendo té caldo. Bere quando fa caldo, però, non è necessariamente un esempio da seguire. Scopriamo come mai nelle prossime righe.

LEGGI ANCHE: Feta e mozzarella: quale scegliere? Quale fa più bene alla salute?

Bere quando fa troppo caldo fa sudare

Quando in piena estate si beve perché si sente caldo, la temperatura corporea si alza. Per tornare ai 37° C, temperatura normale per un essere umano adulto, il corpo inizia a sudare. Se questo fenomeno, di base fisiologico e benefico, raggiunge livelli eccessivi, il rischio è quello di andare incontro a problemi di disidratazione.

Il rischio delle false informazioni

Una scelta molto frequente quando si ha caldo in estate è quella di bere qualcosa di molto fresco. Attenzione, però: questa soluzione può non essere la migliore. Per quale motivo? Per il semplice fatto che, così agendo, si inviano ai termosensori interni del nostro organismo. I risultati? Il sudore che si arresta o rallenta, con conseguenze poco positive per quanto riguarda l’eliminazione del calore dal corpo.

La soluzione? Secondo gli esperti è bere qualcosa di tiepido, di una temperatura compresa tra i 12 e i 14°C, in modo da idratare efficacemente il corpo e da dissetarsi senza mettere a repentaglio il funzionamento dei nostri termosensori.

LEGGI ANCHE: Il ketchup fa male alla salute: come stanno le cose?