I bambini che dormono di meno hanno più probabilità di avere il diabete

Lo sostiene uno studio britannico, pubblicato sulla rivisita Pediatrics.

0
bambino_che_dorme

I bambini che non dormono abbastanza hanno più probabilità di sviluppare il diabete.

Lo sostiene uno studio britannico, pubblicato sulla rivisita Pediatrics.

Questo perché ogni ora di sonno notturno in meno nei bambini è associata a un peso corporeo inferiore, a una massa muscolare più magra e a meno accumulo di zuccheri nel sangue.

L’obesità e lo zucchero elevato nel sangue, infatti, sono fattori di rischio per il diabete di tipo 2.

I risultati della ricerca suggeriscono che aumentare la durata del sonno potrebbe essere un approccio semplice e conveniente per ridurre i livelli di grasso corporeo e il rischio di diabete di tipo 2 nella corso della vita“, ha dichiarato Christopher Owen, ricercatore dell’Università di Londra ‘St. George’.

Il diabete di tipo 2 è raro nei bambini ma oggi è un problema da tenere in considerazione perché, nel mondo, sono milioni i bambini in sovrappeso o obesi.

La ricerca britannica ha preso in esame i dati scaturiti dalle indagini sulle abitudini di sonno e dai risultati dei test di laboratorio dei fattori di rischio per il diabete effettuati su 4.525 bambini britannici di età dai 9 ai 10 anni.

In media i bambini dello studio dormivano 10,5 ore a notte, anche se la durata del sonno variava dalle 8 alle 12 ore.

I bambini con meno sonno sono risultati quelli con più probabilità ad avere un fattore di rischio per il diabete.

Secondo lAmerican Academy of Pediatrics, i bambini dai 6 ai 12 anni dovrebbero dormire dalle 9 alle 12 ore a notte. Se si dorme di meno, si rischiano lesioni, pressione sanguigna alta, depressione e, per l’appunto, obesità.

Limiti dello studio britannico: non ha dimostrato con un esperimento controllato se il sonno insufficiente possa causare il diabete nei bambini; è stato chiesto agli stessi bambini di riportare con precisione l’ora in cui sono andati a letto e quella in cui si sono svegliati.

A proposito della ricerca, Stacey Simon, psicologa del sonno presso l’Università del Colorado, non coinvolta nello studio, ha affermato che “è possibile che il sonno insufficiente possa influenzare negativamente l’appetito dei bambini e la capacità di regolamentare lo zucchero nel sangue“. E ancora: “Quando i bambini vanno a letto molto tardi o dormono in maniera irregolare, possono anche saltare i pasti, mangiare disordinatamente o avere meno tempo di fare attività fisica durante il giorno“.

 

Commenti