6 segni pericolosi di un ictus in arrivo che bisogna sapere

Ogni anno in Italia si registrano 200mila casi di ictus. Ecco perché è importante conoscere i segnali di un ictus.

6 segni pericolosi di un ictus in arrivo che bisogna sapere

L’ictus cerebrale è una delle principali cause di disabilità grave del mondo.

In Italia, come si legge qui, l’ictus conta in Italia circa 200mila casi ogni anno, di cui l’80% sono nuovi episodi e il 20% recidive, che riguardano soggetti precedentemente colpiti.

Nel nostro Paese, inoltre, l’ictus è la terza (la seconda, stando ad alcune stime) causa di morte dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie (il 10-12% di tutti i decessi per anno si verifica dopo un ictus) e rappresenta la principale causa d’invalidità.

Ecco perché è importante conoscere alcuni segnali per capire se stiamo per essere colpiti da un ictus.

Avere un ictus è simile a un attacco di cuore, ma in questo caso, attacca il cervello. Si verifica quando alcune parti del cervello vengono interrotte e ciò rende il corpo incapace di funzionare normalmente. La parte interessata del cervello ha bisogno di cure mediche urgenti poiché è importante per il cervello ottenere una fornitura continua di ossigeno per portare avanti processi essenziali per la vita.

I sintomi di un ictus di solito si sviluppano rapidamente ma a volte occorrono ore o addirittura giorni per notare qualcosa di storto.

PRESSIONE SANGUIGNA ALTA

L’ipertensione può portare a un ictus perché può danneggiare i nervi del cervello o indebolire i vasi sanguigni a tal punto da causare una perdita o una rottura. Oltre a ciò, la pressione sanguigna alta può sviluppare la comparsa di coaguli nel sangue e portarli al cervello, causando un ictus.

PROBLEMI ALLA VISTA

L’ictus può causare una vista doppia, la perdita della vista in un occhio o la vista offuscata.

INTORPIDIMENTO SU UN LATO DEL CORPO: VISO, MANI O GAMBE

ictus

È comune avere intorpidimento o debolezza in faccia, in un braccio o in una gamba su entrambi i lati del corpo. In alcuni casi, si può sviluppare una paralisi sul lato opposto di dove si è verificato l’ictus nel cervello.

CAPOGIRI O AFFATICAMENTO SENZA MOTIVO

In uno studio, è stato dimostrato che le vertigini e i capogiri sono anche un fattore comune tra i pazienti che hanno avuto un ictus. Lo stato di confusione potrebbe essere il risultato del lato del cervello interessato.

EMICRANIA IMPROVVISA

Durante un ictus, il flusso di sangue al cervello viene bloccato a causa di un’interruzione nel flusso sanguigno. Ciò può causare improvvisamente l’emicrania o il mal di testa.

RIGIDITÀ DEL COLLO O DOLORE ALLA SPALLA

Un vaso sanguigno rotto nel cervello può causare rigidità al collo o alla spalla. Se non riusciamno a toccare il mento con il petto (se non siamo obesi e non abbiamo altre condizioni), bisogna andare subito dal medico.