Sudorazione eccessiva in estate: cosa mangiare e cosa evitare

Fondamentale è l'idratazione costante, ma non solo.

La sudorazione è un fenomeno fisiologico – anzi, per essere precisi bisognerebbe dire vitale – che in estate può accentuarsi per ovvi motivi climatici. Parliamoci chiaro: sudare eccessivamente è tutto tranne che piacevole. Per fortuna, grazie ad alcuni semplici accorgimenti che coinvolgono l’alimentazione, si può tenere sotto controllo la situazione. Cosa è meglio mangiare per evitare la sudorazione eccessiva in estate? Cosa, invece, andrebbe evitato? Scopriamo la risposta nelle prossime righe.

LEGGI ANCHE: Perché alcune persone restano magre pur mangiando tanto?

Dieta anti-sudorazione eccessiva: cosa mangiare

Partiamo dalle raccomandazioni su ciò che si dovrebbe mettere nel piatto per tenere sotto controllo il fenomeno della sudorazione eccessiva in estate. Fondamentale a tal proposito è dare spazio a frutta e verdura. Il motivo principale è legato al fatto che questi alimenti forniscono importanti quantità di sali minerali, cruciali per ottimizzare il livello di idratazione dell’organismo in questo periodo dell’anno.

Entrando nel vivo dei cibi che è meglio mettere nel piatto, citiamo il melone, tra i re della tavola estiva, ma anche le verdure a foglia verde, i ravanelli, la rucola, i pomodorini. Per quanto riguarda i condimenti, gli esperti consigliano di orientarsi verso l’olio d’oliva.

Una dieta contro la sudorazione eccessiva in estate dovrebbe comprendere anche, per motivi che è facile comprendere, l’assunzione di importanti quantità di acqua (almeno 2 litri al giorno).

Vediamo adesso cosa invece è meglio non mangiare se si ha intenzione di tenere sotto controllo il problema della sudorazione ecessiva in estate.

Sudorazione eccessiva in estate: cosa evitare

Quando si parla di dieta anti-sudorazione eccessiva in estate, è bene soffermarsi anche sui cibi da evitare. In questo novero è possibile includere le bevande alcoliche, troppo caloriche e in grado di accentuare la sudorazione, ma anche la carne rossa, i fritti e i formaggi stagionati.

Prima di mettere in atto qualsiasi cambiamento nella propria alimentazione, è il caso di chiedere consiglio al proprio medico di fiducia.

LEGGI ANCHE: Le fave fanno bene alla salute?