Sindrome del cuore spezzato: cause, sintomi e fattori di rischio

Lo stress è parte integrante delle nostre vite e non pensiamo che ci siano dei modi per evitarlo.

0

Lo stress è parte integrante delle nostre vite e non pensiamo che ci siano dei modi per evitarlo. E, a volte, ci stressiamo così tanto da sviluppare la sindrome del cuore spezzato.

La sindrome del cuore spezzato (chiamata anche cardiomiopatia da stress o cardiomiopatia da takotsubo) è una condizione cardiaca che si manifesta in modo simile a un attacco di cuore. Di solito è causato da stress emotivo ma anche lo stress fisico può innescare questa condizione. Un evento stressante, infatti, provoca un aumento dei livelli degli ormoni dello stress, portando così alla sindrome.

La sindrome del cuore spezzato può colpire tutti, anche le persone con il cuore sano.

Secondo le statistiche, le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare la condizione rispetto agli uomini.

Nella sindrome del cuore spezzato, una parte del cuore si allarga temporaneamente e non riesce a pompare il sangue correttamente ma il resto dell’organo continua a funzionare bene o con contrazioni più forti. I pazienti con questa diagnosi di solito si riprendono in pochi giorni o settimane.

I SINTOMI

I sintomi della sindrome del cuore spezzato sono identici a quelli di un attacco di cuore:

  • dolore al petto;
  • battito cardiaco rapido o irregolare;
  • mancanza di respiro.

Poiché l’infarto e la sindrome del cuore spezzato hanno sintomi simili, è difficile distinguerli.

Entrambi, comunque, richiedono cure mediche urgenti, quindi se si verificano i sintomi sopra descritti, bisogna chiamare immediatamente l’ambulanza.

La sindrome del cuore spezzato di solito accade alle persone che hanno recentemente sperimentato stress emotivo o fisico.

Gli eventi (non sempre negativi) che possono scatenare la sindrome includono:

  • la morte di un familiare o di un amico;
  • abusi domestici;
  • problemi finanziari;
  • essere licenziati;
  • separazione o divorzio;
  • emozione improvvisa (vincere una grossa cifra);
  • festa a sorpresa;
  • buone notizie inattese (ad esempio l’annuncio del matrimonio di un figlio);
  • stress fisico (ad esempio un attacco d’asma, un incidente d’auto o un intervento chirurgico).

La sindrome del cuore spezzato è in realtà meno pericolosa di un infarto: le arterie coronarie sono intatte ma il flusso sanguigno potrebbe essere ridotto.

FATTORI DI RISCHIO

Alcuni fattori aumentano il rischio di una sindrome del cuore spezzato:

  • genere – le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare la condizione rispetto agli uomini;
  • età – il rischio di una sindrome del cuore spezzato aumenta dopo i 50 anni;
  • problemi neurologici, come trauma cranico o epilessia;
  • disturbi mentali, come depressione e ansia.

Non esiste un metodo comprovato per prevenire la sindrome del cuore spezzato. Tuttavia, potrebbe essere utile ridurre o eliminare i fattori di stress.

Commenti