Sfatiamo 4 miti sull’incontinenza urinaria (e diamo anche qualche consiglio utile)

L'incontinenza urinaria è un problema che è prevalente più nelle donne che negli uomini. Ecco cosa è meglio sapere.

0
incontinenza-urinaria

L’incontinenza urinaria, inclusa la vescica iperattiva, può essere debilitante se non trattata adeguatamente ed è due volte più prevalente nelle donne che negli uomini.

La vescica è un muscolo situato dietro l’utero nelle donne ed è il luogo in cui l’urina viene conservata temporaneamente. La sua dimensione dipende dalla quantità di urina – non più di 5 – 7 centimetri quando è vuota e 12 centimetri di lunghezza quando è piena.

Gli sfinteri, invece, sono i responsabili del mantenimento delle perdite di urina. Questi muscoli si trovano intorno all’apertura della vescica nell’uretra, un piccolo tubo che trasporta l’urina dalla vescica all’esterno del corpo durante la minzione.

Si potrebbe notare, come spiegato da DrFarrahMd.com, la sensazione di avere bisogno di urinare mentre la vescica continua a riempirsi di urina e raggiunge il suo limite. Il cervello segnala ai muscoli della vescica di stringersi e ai muscoli dello sfintere di rilassarsi, permettendo così all’urina di uscire dalla vescica attraverso l’uretra. La minzione normale si verifica quando tutti i segnali avvengono nell’ordine corretto.

Premesso ciò, molte persone hanno un’idea sbagliata dell’incontinenza urinaria che può influenzare e di molto il modo in cui viene trattata e gestita.

L’incontinenza urinaria è una parte normale o inevitabile dell’invecchiamento, specialmente nelle donne anziane

In un sondaggio condotto da Always Discreet, i risultati hanno rivelato che la metà delle donne ha ammesso le perdite della vescica che influenzano le attività quotidinae.

La verità è che l’invecchiamento non causa le incontinenze. Invece, è solo uno dei tanti fattori di rischio come il diabete e l’obesità. Infatti, soltanto 1 donna su tre tra i 18 e i 75 anni ha problemi di perdite.

È possibile migliorare l’incontinenza urinaria bevendo meno liquido

In realtà, limitare l’assunzione di acqua può soltanto portare alla disidratazione e alla stitichezza. Ciò, quindi, non aiuterà a controllare l’incontinenza ma invece peggiorerà le perdite. È meglio semplicemente bere piccole quantità per tutto il giorno invece di bere bicchieri pieni nello stesso momento.

La vescica può ridursi negli anni

Questo non è vero. I risultati di una ricerca condotta presso l’Università di Pittsburgh hanno mostrato che la vescica e la funzione uretrale possono diminuire durante tutta la vita adulta ma la capacità della vescica raramente cambia.

Non c’è trattamento per l’incontinenza urinaria

A seconda del tipo di incontinenz, sono disponibili diversi trattamenti: allenamento della vescica, esercizi, cambiamenti nei tipi di liquidi da bwre e molto altro…

Suggerimenti

  • Mettersi in forma. L’eccesso di grasso nella pancia esercita una pressione sulla vescica e sui muscoli pelvici;
  • Bere quantità adeguate di liquidi per mantenere il corretto funzionamento della vescica;
  • Smettere di fumare. A parte i benefici per la salute in generale, la tosse cronica può aumentare lo stress sulla vescica;
  • Eliminare la caffeina e optare per le tisane. La caffeina può irritare la vescica e peggiorare l’incontinenza;
  • Allenare la vescica imparando come rimandare la necessità di correre al bagno più vicino. Si può provare a ritardare la minzione di 10 minuti – 20 minuti. Quindi, aumentare progressivamente il tempo in modo da poter andare in bagno ogni quattro ore.

Seguici anche su News Republic. Scarica l’APP, è gratis:

Commenti