Seconda ondata, il viceministro Sileri: “Nessuno può dire se ci sarà o meno”

Le parole di Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, ai microfoni della trasmissione L'Italia s'è desta su Radio Cusano Campus.

Pierpaolo Sileri

Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, ai microfoni della trasmissione L’Italia s’è desta su Radio Cusano Campus, ha affermato: «Quando si parla di seconda ondata si dice che siccome il virus ancora circola tra noi è possibile che con il cambio della stagione circolerà di più e potremmo avere un aumento del numero di contagi e di ospedalizzazioni. Noi dobbiamo tenerci pronti per poter dare una risposta, ma ad oggi nessuno può dire se la seconda ondata ci sarà o meno».

«Però – ha aggiunto – possiamo dire che se continuiamo con le misure di precauzione e con il potenziamento del sistema sanitario, verosimilmente vi sarà un incremento di casi, ma non sarà mai così grave come nella prima fase quando il virus ci ha preso letteralmente alle spalle».

Inifine, Sileri ha detto: «Si sta lavorando con tre pilastri fondamentali: aumento dei posti in ospedale, migliorare la rete territoriale, e poi c’è la parte della terapia, con la ricerca su farmaci e vaccino. Vaccino? Io rimango realista e dico che sarà disponibile entro il primo semestre del 2021».

LEGGI ANCHE: Covid-19, Galli: “Tenere le persone sulle navi è un errore colossale”