Qual è l’organo del corpo che invecchia prima degli altri?

La scoperta di uno studio recente. E come fare per evitare che quest'importantissimo organo invecchi.

Molte persone hanno paura della vecchiaia e, più precisamente, della consapevolezza della sua inevitabilità e dei naturali cambiamenti fisiologici. Le donne, ad esempio, cominciano a combattere questo processo fin dalla giovinezza attraverso la cura della pelle.

Uno studio recente ha dimostrato che, con uno stile di vita sano, non è la pelle o il cuore o il fegato, che subiscono cambiamenti legati all’età ma la testa e il cervello.

Si è scoperto che il tempo passa in modo diverso a seconda della velocità con cui una persona si muove e se è vicina al campo gravitazionale. Secondi e minuti scorrono più velocemente più in alto rispetto al livello del mare (per esempio, volando su un aereo). Pertanto, le persone basse possono essere considerate fortunate perché, in piedi, le loro teste sono molto più vicine alla terra di quelle delle persone più alte. Ma non preoccuparti: la differenza è misurata in nanosecondi, che, naturalmente, non notiamo. Cioè, in effetti, le nostre teste non sono affatto molto ‘più vecchie’ dei piedi.

Ma, quando si parla del cervello, è importante sapere quando le disfunzioni indicano possibili malattie.

I segni che sta invecchiando più velocemente del normale in giovane età includono:

  • perdita di memoria a breve termine;
  • ansia inspiegabile, sbalzi d’umore senza una ragione apparente;
  • diminuizione della vista senza una ragione apparente;
  • mancanza di concentrazione, problemi di attenzione;
  • disfunzioni del linguaggio (come problemi nella ricerca delle parole);
  • problema uditivo.

Alcuni cambiamenti cognitivi, come la dimenticanza o la distrazione, non dovrebbero essere interpretati come segni di invecchiamento. Tuttavia, se influenzano la qualità della vita e persino rappresentano una minaccia per essa, si consiglia di consultare un medico.

Come ogni organo del corpo umano, il cervello richiede una sorta di ‘allenamento’. L’esercizio stimola il flusso sanguigno e facilita la somministrazione di ossigeno a tutti i tessuti ma non dimenticare l’importanza di “esercitare” la mente. Il modo più semplice per allenare il cervello è imparare qualcosa di nuovo tutto il tempo, risolvere problemi logici e puzzle. Anche fare cruciverba sono buoni strumenti per stimolarlo.

Ma questo non è abbastanza. Se vuoi che il tuo cervello rimanga giovane il più a lungo possibile, prova a seguire questi semplici consigli:

  • Monitora i livelli di pressione sanguigna, zucchero e colesterolo;
  • Cerca di essere emotivamente stabile;
  • Abbandona le cattive abitudine (fumo, bere alcolici…);
  • Evita lesioni alla testa, surriscaldamento e raffreddamento eccessivi;
  • Equilibra l’alimentazione: minimizza l’assunzionedi sale e dolcificanti, aggiungi prodotti contententi omega – 3, vitamine B12 e D, verdure, noci e semi;
  • Resta socialmente attivo: comunica, fai amicizia…

LEGGI ANCHE: Cibi e cancro, scopri i 3 alimenti più pericolosi