Sapete cos’è il melasma? E perché colpisce soprattutto le donne?

Molte donne soffrono di questa condizione della pelle, conosciuta anche come cloasma quando si sviluppa in gravidanza.

0

Hai mai sentito parlare di melasma?

Molte donne soffrono di questa condizione della pelle, conosciuta anche come cloasma quando si sviluppa in gravidanza (ecco perché si parla anche di maschera della gravidanza).

Il melasma, infatti, si verifica tipicamente nelle donne. L’American Academy of Dermatology sostiene che il 90% delle persone che hanno il melasma sono femmine.

Il melasma provoca macchie sulla pelle (macule o chiazze piane di colore bruno o marrone) e di solito colpisce il viso.

Il melasma è tipicamente simmetrico e si verifica su entrambi i lati del viso. Anche altre parti del corpo esposte al sole potrebbero essere interessate.

Le macchie brunastre appaiono spesso sulla fronte, sulle guance, sul mento, sul collo e sugli avambracci.

Se si nota qualche segno di melasma, è opportuno andare dal medico per ottenere una diagnosi corretta.

I medici non sanno cosa provochi esattamente il melasma. Esiste, comunque, un’associazione tra questa condizione della pelle e la sensibilità al progesterone e agli estrogeni.

Quindi, in alcuni casi, la gravidanza, le pillole contraccettive e la terapia ormonale possono innescare il melasma. Le persone dalla pelle scura, inoltre, sono più a rischio rispetto alle persone con la pelle chiara.

Problemi alla tiroide e stress possono anche portare allo sviluppo del melasma, così come l’esposizione al sole.

IL TRATTAMENTO

In alcune donne il melasma può scomparire da solo. Questo di solito accade quando la causa è la gravidanza o l’uso di pillole contraccettive. Il medico può anche prescrivere alcune creme per schiarire le aree della pelle colpite.

È anche importante ridurre al minimo l’esposizione al sole e indossare la protezione solare per proteggere la pelle. Sfortunatamente, tutte queste misure non comportano che il melasma non ritorni. In alcuni casi, il trattamento non funziona e non è possibile alleggerire le aree interessate.

È fondamentale, comunque, seguire le raccomandazioni del medico e proteggere il viso dal sole.

Commenti