Sanguinamento delle gengive: cause e rimedi

Il sanguinamento gengivale è un disturbo che si manifesta con una perdita di sangue dalle gengive. Cause e rimedi.

Per la seconda volta durante la giornata ti occupi della tua igiene orale e ti rendi conto che le tue gengive hanno iniziato a sanguinare, dapprima sporadicamente adesso molto più spesso e in maniera più intensa. Forse è ora di cambiare il tuo spazzolino oppure di fare attenzione al modo con cui spazzoli i denti. Il dato di fatto è evidente, hai bisogno di un consulto medico, intanto ecco alcuni rimedi che puoi adottare.

Sanguinamento delle gengive, le cause e i rimedi preventivi

Il sanguinamento delle gengive è un malessere che si presenta con perdita di sangue dalle gengive data dalla fuoriuscita del sangue dai vasi sanguigni dei tessuti molli attorno al dente: un ostacolo alla salute dei denti e della bocca che può evolvere anche in alitosi (i batteri possono emettere gas dall’odore poco gradevole).

Le gengive appaiono infiammate (arrossamento e gonfiore) oppure vi è la presenza di uno strato di placca dentaria (sostanza – biofilm – che si deposita nei denti) che può essere data da un’incurante igiene orale, uno spazzolamento inadeguato che porta i resudui del cibo a permanere nella cavità orale: la placca continua ad accumularsi.

Tuttavia, il sanguinamento delle gengive non è da sottovalutare perché può essere il sintomo sentinella di patologie sottostanti, eccone alcune:

  • Diabete (gengive e denti si consumano con più facilità).
  • Gengivite (infiammazione delle gengive).
  • Parodontite (infiammazione dei tessuti che sostengono il dente).
  • Disturbi della coagulazione (alterato funzionamento del sistema emostatico atto al processo di coagulazione).
  • Cambiamenti ormonali.

Nonostante il sanguinamento delle gengive sia un disturbo molto diffuso è bene seguire alcune semplici accortezze preventive a partire dal corretto spazzolamento:

  1. Partire dalle gengive e percorrere la superficie del dente.
  2. I movimenti devono essere eseguiti in senso rotatorio sostando per 2-3 secondi in ogni dente dell’arcata superiore e inferiore, pazientemente per 2-3 minuti in totale.
  3. Spazzolare anche la lingua per rimuovere i batteri che si sono depositati.
  4. Evitare traumi meccanici e abrasioni.

Passare il filo interdentale può essere anche un’altra soluzione per migliorare la salute dei tuoi denti, in che modo?

  • Prendi il filo tra le dita opposte delle tue mani.
  • Fallo scorrere su e giù sulla superficie del dente non dimenticando di passarlo anche sul bordo gengivale e nella parte posteriore di ogni dente.

rimedi naturali per le gengive infiammate

A questo punto potrai essere soddisfatto della tua igiene orale sapendo di poter contare su un’attenta pulizia dentale quotidiana.

In caso di sanguinamento continuato non esitare a contattare il tuo igienista dentale di riferimento e chiedere un consulto esperto.

Ricorda di effettuare una visita odontoiatrica due volte l’anno per prevenire ogni possibile disturbo.