Ritenzione idrica, cos’è e cosa mangiare per combatterla

Alcuni nutrienti risultano particolarmente utili per combattere la ritenzione idrica. Scopriamoli insieme in questo articolo.

Alcuni nutrienti risultano particolarmente utili per combattere la ritenzione idrica. Scopriamoli insieme in questo articolo.

Cos’è la ritenzione idrica?

Con il termine ritenzione idrica si fa riferimento alla tendenza dell’organismo all’accumulo di liquidi.

I liquidi in eccesso si depositano tra le cellule, in particolare nelle zone del corpo in cui generalmente è presente più tessuto adiposo. Questi fluidi ristagnanti creano così dei gonfiori che vengono chiamati edemi.

La comparsa di questo fenomeno può essere favorita da uno stile di vita poco sano, caratterizzato da sedentarietà e diete squilibrate.

Nel prossimo paragrafo vi parleremo dei cibi e delle sostanze nutritive utili per aiutare contro la ritenzione idrica.

Cosa mangiare in caso di ritenzione idrica

La cosa più importante in questo caso è mantenere un regime alimentare equilibrato, vario e ricco di elementi nutritivi. Altresì, è importante non eccedere con le porzioni, con il consumo di alcolici e ridurre l’utilizzo di sale nelle proprie ricette.

Al contrario di quanto si possa pensare, però, il sodio è una sostanza benefica per il nostro organismo se assunta nelle giuste quantità. Bisogna tenere in considerazione che i cibi di cui ci nutriamo contengono di già questo minerale, quindi un’ulteriore aggiunta potrebbe risultare eccessiva (se ne dovrebbe assumere circa 600 mg al giorno). Il sodio, comunque, aiuta a regolare i liquidi presenti sia all’interno che all’esterno delle cellule del nostro corpo, media nella trasmissione degli impulsi nervosi e stimola la contrazione muscolare.

Un’altra elemento fondamentale è la vitamina C, che funge come antiossidante e presenta proprietà antiinfiammatorie, protettive e aiuta a ridurre la pressione arteriosa nei soggetti con ipertensione. Questa vitamina può essere assunta attraverso il consumo di verdura e frutta (come le arance, le fragole, i peperoni e il pomodoro!).

Anche le fibre sono degli ottimi alleati contro la ritenzione idrica. La frutta, le verdure e i prodotti integrali sono alimenti ricchi di questi nutrienti, che aiutano la motilità del nostro intestino e sconfiggono la stitichezza (disturbo che può ostacolare il deflusso venoso in zona addominale).

Per la ritenzione idrica è consigliabile anche aumentare gradualmente il consumo di acqua, ma anche di tisane e the senza l’aggiunta di zuccheri.

Infine, il potassio è un altro elemento utilissimo per regolare i fluidi intra ed extra cellulari. Questo minerale è presente in molti alimenti tra cui il pesce e la, ma si trova in particolar modo in diverse tipologie di frutta e di verdura come: carciofi, finocchi, cetrioli, indivia, cicoria, ananas, melone, mele, anguria, pesche, fragole. Il potassio ci aiuta per il normale funzionamento del muscolo cardiaco, del sistema nervoso e nel muscolo scheletrico. Inoltre, agisce anche sulla produzione di energia.

LEGGI ANCHE: Cosa bisogna evitare di mangiare con l’uricemia alta?