Quali sono i sintomi di una commozione cerebrale?

Di tanto in tanto sentiamo parlare di commozioni cerebrali. Può succedere, ad esempio, ai giocatori di football americano.

0
commozione-cerebrale

Di tanto in tanto sentiamo parlare di commozioni cerebrali. Può succedere, ad esempio, ai giocatori di football americano.

Ma non devi essere uno sportivo professionista per infortunarti. I bambini, per dirne una, sono ad alto rischio, anche se non praticano sport.

Una commozione cerebrale è una lesione cerebrale traumatica che si verifica quando il cervello viene scosso in seguito a un trauma, non solo alla testa.

Non è necessario, infatti, subire uno scontro frontale diretto per patire gli effetti di una commozione cerebrale.

Le commozioni cerebrali, inoltre sono relativamente comuni. Possono svilupparsi a causa di lotte, infortuni su un parco giochi, cadute, incidenti stradali.

Ecco perché è molto importante conoscere i sintomi principali di questo infortunio per chiedere assistenza medica in tempo se necessario.

I sintomi includono nausea, vertigini, mal di testa, problemi di equilibrio e di vista, sensibilità alla luce e ai suoni, problemi di sonno. Piangere senza motivo è un sintomo significativo nei bambini. In ogni caso, bisogna andare dal medico se noti che qualcosa non vada.

Se noti, poi, che una persona soffre di convulsioni, debolezza nelle braccia e nelle mani, non esitare a chiamare il 118.

Ricorda, inoltre, che i sintomi possono richiedere diverse ore o addirittura giorni per essere visibili. In alcuni casi, è difficile sapere se qualcuno abbia una commozione cerebrale, quindi se pensi che tu o il tuo bambino ne abbiate avuta una, contatta il medico.

La commozione cerebrale, infine, può avere conseguenze rischiose per la vita.

Commenti