Quali sono i parassiti che possono vivere sotto la nostra pelle?

Nella nostra pelle ci sono creature che ci vivono. Sono parassiti che depongono le uova in molte aree del corpo. Eccone due tipi.

Nella nostra pelle ci sono creature che ci vivono. Sono parassiti che depongono le uova in molte aree del corpo. Come l’acaro della scabbia (Sarcoptes scabiei) e gli oestridae (estridi).

L’acaro della scabbia

L’acaro della scabbia è un minuscolo insetto, troppo piccolo per essere visto ad occhio nudo, che ha un corpo rotondo e sei zampe. È responsabile della scabbia. Un essere umano affetto in genere trasporta da dieci a dodici parassiti adulti. Il maschio muore dopo la riproduzione ma la femmina si annida negli strati superiori dell’epidermide e depone da una a tre uova al giorno. Lascia anche una scia di colore scuro: i suoi escrementi.

Alcuni dei luoghi preferiti per questi parassiti sono le mani, i polsi, le ascelle e i genitali. Le uova e le feci innescano reazioni allergiche nella pelle, che causano un forte prurito.

Se sei sfortunato e sei stato infettato dalla scabbia norvegese, la forma più grave e contagiosa, preparati a migliaia di acari della sabbia nella tua pelle… Mani, piedi e tronco si sbucciano e saranno coperti di croste dove innumerevoli animaletti si nasconderanno.

LEGGI ANCHE: Perché i cani leccano i piedi?

Gli estridi

Un altro potenziale parassita umano è l’estride. Un mese dopo il ritorno dal Costa Rica, Tanya Andrews ha notato un doloroso nodulo sulla testa. Ha pensato che fosse un ascesso ma il nodulo ha cominciato a incresparsi. Era una larva di estride.

Quando Tanya era in Costa Rica, una zanzara le aveva depositato un minuscolo uovo sul cranio. Si era schiuso ed era emersa una larva che si era depositata sotto la sua pelle e aveva cominciato a crescere.

Per curare il parassita, i medici hanno cosparso l’area di vaselina. Le larve hanno bisogno di aria per respirare e quando la vaselina ha impedito all’aria di entrare, la larva è morta. Doodiché, i medici sono stati in grado di estrarla dal cuoio capelluto con una pinzetta.

Altro caso: una donna canadese è tornata da un viaggio in Perù e ha trovato un nodulo appena sopra la caviglia. Si è recata in una clinica a Toronto, in Canada, e il dottore ha notato un movimento nel nodulo. Durante l’esame della paziente, il medico ha trovato altri noduli e ha rimosso un totale di undici larve.

LEGGI ANCHE: Quanto tempo possiamo resistere senza mangiare?