Prurito ai piedi, scopri le cause e i rimedi

Il prurito ai piedi è un sintomo molto fastidioso che può essere determinato da varie condizioni. Ecco le cause e i rimedi.

L’istinto nel grattarsi i piedi non cessa, sarà il caldo? Sarà il sudore o saranno le scarpe molto strette? E se fosse il sintomo di un problema più serio? Il dato di fatto è il frenetico malessere: più gratti, più aumenta il prurito.

Il bisogno di capire cosa sta succedendo è arrivato, scopriamo insieme di cosa si stratta e come si può porre rimedio.

Prurito ai piedi, il disturbo che non passa

Sono comparse anche le vesciche, la cute del piede è arrossata, la pelle è diventata granulosa e doloroso è il camminare.

Possono essere tante le cause a comportare il prurito ai piedi e non importa che tu sia giovane o anziano, a tutti nella vita può succedere di subirne l’incessante fastidio.

Questo è il sintomo di un problema che può essere risolto scoprendone la sua natura: patologica o non patologica?

Nel caso patologico può trattarsi di:

  • Verruche plantari da HPV (papilloma virus umano).
  • Infezione cutanea.
  • Patologia a carico del fegato (un’eccesso di bilirubina).
  • Malattie ai reni.
  • Malattie endocrine (come alla tiroide).
  • Affezioni dermatologiche (come la psoriasi, la dermatite ectopica, etc.)
  • Disidrosi (presenza di vescicole e bolle nel palmo delle mani e dei piedi).
  • Malattie esantematiche (morbillo, varicella, rosolia).
  • Tumori come il linfoma di Hodgkin.
  • Allergie (nel momento di contatto con l’allergene).
  • Diabete (condizione che data la grande quantità di zuccheri nel sangue conduce a problemi di circolazione).
  • Micosi e parassitosi.

Sono altre le cause note e non patologiche che possono farvi tirare un sospiro di sollievo. Forse le scarpe che indossi non sono adatte, forse stai camminando a piedi scalzi e sei entrato in contatto con delle sostanze che ti creano prurito.

Semplicemente può essere la temperatura ambientale a condizionare il nascente malessere.

Per una comprensione esaustiva, devi poter conoscere le altre possibili cause:

  • Gli ormoni: durante il ciclo mestruale o la menopausa può manifestarsi il prurito ai piedi.
  • Pelle secca.
  • Stress: può essere causa della dermatite da stress (si verifica in un momento di particolare stanchezza).
  • Intolleranza o allergia alimentare: te ne puoi accorgere se il prurito nel corpo si presenta dopo aver mangiato e sono presenti delle eruzioni cutanee).
  • Bagnoschiuma o un detergente inadatto per la tua pelle.
  • L’uso dell’acqua molto calda durante la doccia.

Ad ogni causa, un rimedio

Dopo aver compreso le possibili cause ti starai chiedendo quali possano essere i rimedi, di certo è la causa scatenante a determinarne la migliore scelta.

In caso di dermatite allergica da contatto si può agire contro l’allergene farmacologicamente (come l’antistaminico).

Da non sottovalutare la presenza di prurito e gonfiore ai piedi (come durante la gravidanza), in questo caso è possibile utilizzare delle creme idratanti.

Inizia ad osservarti, mostri secchezza cutanea? Le creme emollienti e idratanti, o a base di steroidi possono essere la soluzione.

Il tuo detergente ti crea problemi? E solitamente fai la doccia con l’acqua calda? È necessario fare un passo indietro con queste abitudini e cambiare rotta regolandosi con un bagnoschiuma neutro delicato, la temperatura dell’acqua meno calda.

Ricorda che una giornaliera igiene personale (lavare e poi asciugare i piedi tamponando) può prevenire in alcuni casi l’insorgenza del prurito ai piedi: rifletti e in caso di patologie, e se il prurito non passa e si associa ad altri sintomi evidenti, è consigliato chiedere un parere medico o dermatologico.