Prevenire la carie dentale con il vino rosso?

Il vino rosso è già noto per avere determinati benefici per la salute ma un nuovo studio ne ha aggiunto un altro all'elenco.

Il vino rosso è già noto per avere determinati benefici per la salute ma un nuovo studio, pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry, ne ha aggiunto un altro all’elenco.

Ebbene, il vino rosso sarebbe efficace nel combattere anche la carie dentale grazie agli elementi antimicrobici che contiene e che sarebbero in grado di eliminare i batteri presenti in bocca.

Questi stessi batteri sono la causa di malattie gengivali, perdita dei denti e carie. Quando questi microrganismi si accumulano in bocca, formano biofilm che si attaccano ai denti sotto forma di placca dentale. Il loro sviluppo accelera poi con lo zucchero di cui si nutrono e che scompongono in acido e che poi attacca i denti.

Per trovare un rimedio efficace a questo problema dentale, i ricercatori dell’Università di Madrid in Spagna hanno coltivato i batteri dell’ambiente orale sotto forma di biofilm. Successivamente hanno immerso i biofilm in liquidi con caratteristiche diverse; vino rosso, vino rosso analcolico, vino rosso miscelato con estratto di semi d’uva, acqua ed etanolo al 12%.

Poi, gli scienziati hanno studiato i risultati in relazione al tasso di distruzione dei batteri e il vino rosso si è dimostrato il più formidabile. “Il vino rosso con o senza alcol e il vino con estratto di semi d’uva sono stati più efficaci nell’eliminare i batteri”, ha affermato Maria Victoria Moreno-Arribas, ricercatrice di scienze alimentari che ha partecipato allo studio.

Si tratta di molecole organiche dotate di proprietà antibatteriche e presenti nei semi dell’uva che sarebbero all’origine di tale efficacia: i polifenoli.

BreakingNews24 su Telegram: il canale delle notizie dell’ultim’ora, iscriviti ora!

“Le malattie dentali sono molto comuni in tutto il mondo. La carie, la malattia parodontale e la perdita dei denti colpiscono dal 60 al 90% circa della popolazione mondiale”, ha sottolineato la scienziata. Inoltre, i ricercatori sperano di poter sviluppare questa scoperta per proporre nuovi prodotti dentali per la lotta contro la carie, dentifrici e collutori.

“Questa ricerca è incoraggiante ma dobbiamo confermare questi risultati in studi clinici su larga scala. Se confermati, potrebbe essere possibile sviluppare prodotti naturali a base di estratti d’uva per scongiurare le malattie dentali con meno effetti collaterali del vino rosso”, ha aggiunto Maria Victoria Moreno-Arribas.

Per il momento, gli scienziati non sono stati in grado di stimare la quantità di vino rosso da deglutire per ottenere un risultato reale per prevenire la carie. Tuttavia, lavarsi i denti tre volte al giorno, bere il tè verde e addentare le mele sono semplici consigli la cui efficacia è già stata dimostrata nella lotta alla carie. Si consiglia, inoltre, di andare regolarmente dal dentista.

LEGGI ANCHE: Ti mangi spesso le unghia? Scopri perché lo fai