Positiva al Covid-19 a Marzo, studentessa non ha più recuperato gusto e olfatto

Una studentessa britannica, che ha perso il senso del gusto e dell'olfatto a marzo, dopo avere avuto il Covid-19, non li ha ancora recuperati.

Una studentessa britannica, che ha perso il senso del gusto e dell’olfatto a marzo, dopo avere avuto il Covid-19, non li ha ancora recuperati.

Marta Batista, come si legge su LadBible.com, ha contratto il virus sette mesi fa e sostiene che da allora non ha più potuto godere del cibo o annusare nulla.

La 21enne ha raccontato che aveva solo sintomi lievi, tra cui la febbre e la stanchezza, prima di perdere il senso del gusto e dell’olfatto.

Marta – che ha perso 7,7 kg da quando ha contratto il virus – ha affermato che sogna un giorno di potere gustare il suo dolce preferito o un pasto cucinato dai suoi nonni ma teme che i suoi sensi possano non tornare mai più.

LEGGI ANCHE: Covid-19, Crisanti: “Il sistema si è sbriciolato”

Marta, che è di Londra, ha affermato: «È orribile e a volte non riesco ad addormentarmi perché ci penso e divento molto ansiosa. Mi sento come se fossi in una bolla e non posso essere inserita nel mondo. Posso solo annusare cose veramente forti e se sono marce, sto dimagrendo perché il cibo mi fa star male, sto perdendo la speranza».

«Ho perso così tanto peso – ha aggiunto la ragazza – perché non c’è piacere nel mangiare, sento solo la consistenza del cibo ma nient’altro».

Inoltre, «non poter uscire con gli amici per un drink o una cena è davvero orribile perché se assaggio qualcosa ha un sapore orribile, quindi devo mangiare perché devo non perché mi diverto»

La perdita del gusto e dell’olfatto non è stata ufficialmente riconosciuta come un sintomo del Covid-19 fino a maggio ma Marta si è sottoposta a un test diagnostico a marzo dopo avere sperimentato altri sintomi.

LEGGI ANCHE: Il virologo Burioni: “Abbiamo una data per il vaccino”