Pomelo, i principali benefici di un agrume poco conosciuto

Conosciuto anche con il nome di Citrus maxima, questo frutto poco conosciuto è ricco di benefici per la salute.

Il pomelo è un agrume mediamente poco conosciuto ma ricco di benefici. Nelle prossime righe, ne abbiamo elencati alcuni.

Pomelo: perché fa bene alla salute

Conosciuto anche con il nome latino Citrus maxima e originario del sud-est asiatico, il pomelo è un frutto che può raggiungere un peso considerevole, pari anche a una decina di kg.

Caratterizzato da una buccia liscia, è noto per la presenza di uno strato bianco particolarmente spesso conosciuto con il nome di albedo e non commestibile. La polpa è contraddistinta da un sapore particolarmente intenso.

LEGGI ANCHE: Le cipolle fanno bene alla digestione?

Data questa doverosa premessa, iniziamo a parlare dei benefici. Tra i principali è possibile citare senza dubbio la presenza di vitamina C, tra gli antiossidanti naturali più efficaci. Per dare qualche specifica in più relativamente alle dosi, ricordiamo che in un singolo spicchio ne troviamo circa 60 mg.

Degna di nota è altresì la presenza di vitamina A, altra alleata speciale contro i radicali liberi. Come non ricordare poi il contenuto di potassio, minerale importante per la regolarità della pressione arteriosa e, di riflesso, per la protezione della salute del cuore?

Quando si parla dei benefici del pomelo è doveroso citare pure il contenuto di fibre, principi nutritivi che lo rendono utile quando si punta a ottimizzare i livelli di sazietà e, di riflesso, il controllo del peso.

Povero di grassi e per questo adatto alle esigenze di chi sta seguendo una dieta dimagrante, ha foglie che, molto spesso, vengono impiegate per la preparazione di decotti utilizzati per la cura di ferite cutanee.

Cosa si può dire in merito alle controindicazioni? Che, oggi come oggi, in letteratura medica non si parla di possibili interazioni tra l’assunzione di pomelo e l’efficacia di determinati farmaci. Fondamentale è però soffermarsi sul fatto che il succo di pompelmo, diretto parente del pomelo, può aumentare l’effetto di alcuni farmaci antipertensivi. Alla luce di ciò, prima di iniziare a mangiare pomelo è utile consultarsi con il medico di fiducia.

LEGGI ANCHE: Perché la curcuma fa bene alla salute?