Perché utilizzare lo sciroppo d’agave? Quali sono i benefici per la salute?

Lo sciroppo d'agave è un dolcificante naturale che può sostituire lo zucchero in cucina, tuttavia ci sono delle controversie, scopriamole.

Lo sciroppo d’agave è un dolcificante che presenta molte controversie che vanno al di là delle sue naturali essenze e capiremo il perché. Nondimeno, può essere considerato un alimento a basso indice glicemico quasi al di sotto della stevia e quindi consigliato nella dieta dei diabetici ma con qualche nota da attenzionare.

Sciroppo d’agave, benefici per la salute

Lo sciroppo d’agave è un dolcificante naturale che può essere sostituito allo zucchero da cucina, poco calorico e facile da reperire nei supermercati. Ma il punto è proprio questo, le qualità dello sciroppo d’agave estratto in natura e quello elaborato dalle industrie si discostano nettamente perdendo tutte le proprietà benefiche per la salute.

Lo sciroppo d’agave contiene calcio, magnesio, potassio, ferro e vitamina C che aiuta le difese immunitarie a combattere l’influenza, i virus. Composto in buona parte da fruttosio, mantiene un indice glicemico più basso di altri zuccheri, anche del miele.

Lo sciroppo d’agave è prodotto dall’amido della pianta, il cosiddetto “cuore” contenuto nelle radici a bulbo simili ad ananas e si ottiene con un processo di estrazione e concentrazione generalmente naturale.

Il succo viene filtrato dalle parti solide, poi lo si fa scaldare in modo da trasformare i carboidrati (l’amido) in zuccheri (fruttosio) e infine viene concentrato fino a ottenere uno sciroppo, leggermente più fluido del miele, ma senza sapore, in grado di dolcificare il 25% in più dello zucchero bianco.

Ritornando al discorso iniziale, lo sciroppo d’agave che troviamo nei supermercati presenta delle controindicazioni perché ricavato dall’amido della radice del bulbo. Viene poi trattato ed elaborato chimicamente, risultato? Il valore nutritivo viene annullato.

I livelli di fruttosio potrebbero lievitare e passare da un 55% ad un 97% andando incontro ad un rischio di malattie cardiache, di colesterolo, danno epatico, resistenza all’insulina così da non essere indicato per i diabetici.

Il consiglio? Informatevi sui produttori dello sciroppo d’agave prima dell’acquisto.