Perché le emorroidi prudono? Le possibili spiegazioni

Chi soffre di emorroidi sa bene che il prurito è uno dei sintomi più fastidiosi con cui convivere. Da cosa è causato? Cosa fare?

Soffrire di emorroidi, così, come comunemente detto, vuol dire convivere con dei fastidi quali dolore, pesantezza a livello dell’ano, talvolta sanguinamento e prurito. E ci vogliamo occupare di quest’ultimo sintomo. Perché le emorroidi prudono?

Emorroidi: perché prudono?

Le emorroidi sono esterne o interne. Le emorroidi esterne si trovano sotto la pelle che circonda l’ano mentre le emorroidi interne si trovano all’interno del retto.

A volte lo sforzo durante l’uso del bagno spinge un’emorroide interna fino a quando non fuoriesce attraverso l’ano. Quando questo accade si parla di emorroidi interne, di prolasso.

Quando un’emorroide interna prolassa porta con sé muco che può irritare l’area sensibile intorno all’ano causando prurito. Se le emorroidi rimangono prolassate, la produzione di muco continua e anche il prurito.

Se le feci si mescolano al muco, tale combinazione può aumentare l’irritazione e quindi il prurito.

Altre cause di prurito anale

Il prurito anale è indicato anche come prurito anale che può essere scatenato da una serie di condizioni oltre alle emorroidi.

Queste altre cause includono:

  • ragadi anali
  • infezione da lievito
  • perdita di feci
  • accumulo di sudore
  • proctite
  • verruche genitali
  • herpes
  • scabbia
  • infezione da ossiuri
  • infezione da anchilostoma
  • tigna
  • pidocchi del corpo
  • psoriasi
  • cancro

Potresti anche prudere a causa della scarsa igiene o della necessità di fare un lavoro migliore mantenendo pulita l’area anale.

Al contrario, se pulisci eccessivamente l’area puoi causare micro lesioni – insieme alla secchezza causata delle sostanze chimiche in salviette, detergenti e creme – che possono portare a prurito.

Se il tuo prurito è grave e non sei sicuro che si tratti di emorroidi, consulta un medico per una valutazione.

Suggerimenti per evitare il prurito anale

1. Usa carta igienica bianca normale, evitando le varietà profumate o stampate.
2. Evita le salviette trattate chimicamente.
3. Pulisci delicatamente.
4. Asciugare accuratamente l’area dopo il lavaggio.
5. Indossa abiti larghi.
6. Indossa biancheria intima di cotone