Perché il ciclo mestruale è irregolare in estate?

I fattori che determinano questa situazione sono diversi e non sempre preoccupanti.

Foto da Pixabay

Il ciclo mestruale irregolare in estate è una situazione che molte donne vivono in prima persona. Come mai si verifica? Quando c’è da preoccuparsi? Nelle prossime righe, vediamo assieme alcune delle risposte a questa domanda.

Ciclo irregolare in estate: le possibili cause

Quando si parla di ciclo irregolare in estate, sono numerose le cause da considerare. In questo novero, è possibile includere lo sbalzo termico e, nel caso specifico della bella stagione, l’improvviso innalzamento della temperatura.

I fattori climatici, infatti, possono avere impatto sulla stabilità ormonale della donna, influenzando la durata del ciclo. Da non dimenticare è che lo stesso discorso vale per il freddo. Se, per esempio, si organizza un viaggio verso un Paese con un clima molto più rigido rispetto a quello a cui si è abituati, è normale aspettarsi un cambiamento del ciclo mestruale.

Proseguendo con l’elenco delle cause dell’irregolarità del ciclo in estate, è doveroso un riferimento allo stress. La condizione appena ricordata comporta un’eccessiva produzione di cortisolo da parte dell’organismo, con un ovvio impatto sulle mestruazioni. Ricordiamo che eventuali situazioni di stress possono peggiorare in estate per motivi che vanno dalla gestione familiare all’ansia portata dal cambiamento di abitudini tra la quotidianità ordinaria e la vacanza.

LEGGI ANCHE: La dieta chetogenica: per molti ma non per tutti

Altri fattori

Sono numerosi i fattori da considerare quando si parla di irregolarità del ciclo mestruale in estate. In questo novero è il caso di far rientrare anche lo sballamento degli orari che si vive in vacanza.

Quanto preoccuparsi

Quando il ritardo del ciclo in estate deve preoccupare? Nei casi in cui, associati all’amenorrea, si presentanno anche altri sintomi, come per esempio l’insorgenza di dolori addominali o il verificarsi di svenimenti. In questo frangente, è urgente il consulto con il proprio ginecologo di fiducia.

LEGGI ANCHE: Mangiare cioccolato fa bene al cuore: la scoperta di uno studio