Perché è una cattiva idea indossare le lenti a contatto quando si fa il bagno

Gli esperti consigliano, per i bagni al mare e in piscina, gli occhialini ottici.

Lenti a contatto

Le lenti a contatto sono oggettivamente comode e confortevoli. Prima di sceglierle, bisogna però ricordarsi una cosa: quando si fa il bagno è meglio toglierle. Come mai? Scopriamolo assieme nelle prossime righe.

LEGGI ANCHE: Covid-19: i rischi di andare al mare o in piscina

Lenti a contatto: come mai è importante toglierle quando si fa il bagno?

A rispondere a questa domanda ci hanno pensato gli esperti del Centro Oftalmologico di Barcellona. Sulle pagine del sito destinationsante.com, hanno fatto presente che, a prescindere dal fatto che sia dolce o salata, l’acqua è contraddistinta dalla presenza di microbi o batteri che possono contaminare le lenti.

In questi frangenti, gli ausili per la vista potrebbero diventare terreno fertile per microrganismi potenzialmente in grado di causare danni pesanti agli occhi.

Gli esperti mettono in guardia soprattutto dall‘infezione da amebe, fattore che, in alcuni casi, può causare una vera e propria perdita della vista.

Occhialini o maschere con lenti correttive: la soluzione migliore per fare il bagno

Ora che l’estate è arrivata e che molte persone progettano le vacanze in località balneari, gli esperti raccomandano, nei casi in cui si hanno problemi di efficienza visiva e la necessità di ausili correttivi, di fare riferimento agli occhialini o alle maschere ottiche.

Anche se possono sembrare costosi, questi prodotti, a seguito di prescrizione medica, possono essere tranquillamente rimborsati dalla mutua.

LEGGI ANCHE: Gel idroalcolico e sole: combinazione pericolosa per la salute