Pensava di essere il figlio del diavolo, 14enne soffre di schizofrenia dopo il graffio di un gatto

Un team di scienziati americani ha affrontato un caso di schizofrenia dopo avere esaminato un adolescente di 14 anni. Il ragazzo era stato graffiato da un gatto...

0

Negli Stati Uniti un team di ricercatori ha affrontato un nuovo caso clinico, descritto nel Journal of Central Nervous System Disease. Il comportamento di un adolescente di 14 anni è cambiato durante una notte. Tutto a causa di un batterio chiamato Bartonella, il batterio dei gatti. I medici lo hanno diagnosticato 18 mesi dopo i primi sintomi.

Il ragazzino ha cominciato a dare segni di squilibrio e pensava di essere “il figlio del diavolo”, cadendo in depressione. In ospedale i medici gli hanno diagnosticamente rapidamente la schizofrenia. Dopo la prescrizione degli antipsicotici, il 14enne ha smesso di avere quegli impulsi, tuttavia soffriva ancora di psicosi.

L’adolescente, una volta tornato a casa, ha cominciato a peggiorare e pensava che uno dei suoi gatti lo volesse uccidere. Inoltre, erano emersi nuovi sintomi: allucinazioni visive, uditive e tattili, stanchezza, emicranie e attacchi di panico.

Per 18 mesi, i medici hanno cercato di migliorare le sue condizioni, senza successo fino al gennaio 2017 quando è stato scoperto che soffriva di schizofrenia infettiva, causata dal batterio Bartonella hensela, chiamato il batterio del ‘gattino’.

Secondo lo studio, “è stato morso e graffiato da un gatto di poco prima dell’inizio della malattia”. Questo batterio, trasmesso in questo modo, può causare infezioni.

Oggi il ragazzo sta bene, le sue psicosi sono scomparse due anni dopo la comparsa dei sintomi.

Commenti