Attacchi di panico: sintomi e consigli

Ti sei mai sentito sopraffatto da una paura intensa, con il cuore che batte così velocemente da sembrare pronto a saltare fuori dal petto, tale da sudare copiosamente, tremare in modo incontrollabile e sentirsi svenire?

0

Ti sei mai sentito sopraffatto da una paura intensa, con il cuore che batte così velocemente da sembrare pronto a saltare fuori dal petto, tale da sudare copiosamente, tremare in modo incontrollabile e sentirsi svenire?

Questo è come si sente una persona colpita da un attacco di panico e la maggior parte delle persone ne subisce uno almeno una volta nella vita. Nel disturbo di panico, si provano attacchi di panico abbastanza spesso e inaspettatamente.

Senza trattamento, il disturbo di panico può peggiorare e avere un impatto negativo significativo sulla qualità della vita. Il trattamento di solito prevede la terapia della parola e le medicine.

SINTOMI

Un attacco di panico può verificarsi inaspettatamente, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo e senza inneschi. Ecco i sintomi più comuni:

  • un senso di imminente morte o pericolo;
  • un’intensa paura di perdere l’autocontrollo o di morire;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • brividi;
  • sudorazione eccessiva;
  • mancanza di respiro e dolore al petto;
  • nausea e crampi addominali;
  • mal di testa;
  • sensazione di vertigini e debolezza;
  • una sensazione di distacco dalla realtà e da se stessi.

Se un attacco di panico è un evento occasionale, potrebbe non richiedere alcun trattamento. Ma in caso di due o più di questi attacchi e si vive nella costante paura che ne possa capitare un altro, allora è meglio consultare un medico.

È facile, poi, confondere un attacco di panico con uno di cuore. Se non hai mai avuto un attacco di panico e non sei sicuro di quali siano i tuoi sintomi, è meglio andare al Pronto Soccorso.

PREVENZIONE

Se si ha già familiarità con gli attacchi di panico, ci sono alcune misure che si possono provare per prevenire un attacco:

  1. Provare a respirare profondamente. Non è sempre possibile controllare la respirazione in questi casi ma inspirare profondamente e poi espirare lentamente può prevenire altri sintomi o almeno ridurne la gravità.
  2. Essere consapevoli di ciò che sta accadendo. Se non è il primo attacco di panico, bisogna avere la consapevolezza che presto sarà finito e si starà bene. È opportuno concentrarsi su questo pensiero.
  3. Chiudere gli occhi. Un attacco di panico può accadere in qualsiasi luogo, e se ci si trova in un ambiente stimolante (come una strada affollata), può aiutare chiudere gli occhi per ridurre l’influenza degli stimoli.
  4. Concentrare l’attenzione su un oggetto specifico. Scegliere un oggetto che si può vedere chiaramente e concentrarsi sui dettagli (di cosa è fatto, il suo movimento, le dimensioni, i colori e la forma). Ripetere queste informazione in testa fino a quando l’attacco non finisce.
  5. Provare le tecniche di esercizio e rilassamento. Esercizio leggero, come camminare o nuotare e tecniche di rilassamento, ad es. yoga e meditazione, possono aiutare a ottenere un migliore controllo sul corpo, controllando così meglio lo stress.
  6. Immaginare di essere in un posto calmo e rilassante.
  7. Assumere farmaci. In caso di trattamento per il disturbo di panico, e il medico ha prescritto benzodiazepine, è opportuno portare con sé le medicine in modo che si possano prendere non appena sta per accadere un attacco di panico.

Un disturbo di panico non trattato può rovinare la vita sociale e personale. Ecco perché è importantissimo ricorrere alle cure di uno specialista.

Commenti