Peli pubici stringono troppo il pene, uomo operato due volte

Un uomo di 57 anni è stato sottoposto a due interventi chirurgici per salvare il suo pene dopo che i suoi peli pubici si erano avvolti attorno al glande.

In Australia, un uomo di 57 anni è stato sottoposto a due interventi chirurgici per salvare il suo pene dopo che i suoi peli pubici si erano avvolti attorno al glande, causando un effetto noto come sindrome del laccio emostatico o sindrome del pelo strangolatore. La sua disavventura è stata oggetto di uno studio pubblicato sulla rivista Urology Case Reports.

Come riportato su MaxiSciences.com, secondo gli urologi australiani che lo hanno curato, il 50enne, originario della città di Geelong (Stato di Victoria), non ha prestato molta attenzione alla sua igiene intima e ora ritiene che questo problema si sarebbe potuto evitare se fosse stato più cauto.

Infatti, l’uomo solo “raramente” ritraeva il prepuzio per pulirsi. Inoltre, era solito urinare in posizione seduta e ciò spiega perché l’insorgenza della sindrome non è stata rilevata prima.

Concretamente, i peli pubici del paziente si sono aggrovigliati al punto da formare un “anello stretto” sotto il glande per un periodo di tempo sufficientemente significativo da consentire all’uomo di sviluppare un forte dolore che lo ha spinto a consultare un medico.

Generalmente, la sindrome del laccio emostatico si verifica quando un capello o un filo si avvolge attorno a un dito o a un organo genitale. È più comune nei bambini e nei neonati e può interrompere l’afflusso di sangue. Alcuni casi possono richiedere anche la chirurgia o l’amputazione.

Dopo quindici giorni di sofferenza, il paziente, affetto anche da ansia, depressione, diabete di tipo 2 e ipertensione, è stato ricoverato al pronto soccorso del Geelong University Hospital.

L’uomo ha, poi, riportato gravi ferite e cicatrici sul pene. Dopo un primo intervento volto a rimuovere i tessuti danneggiati e a salvare ciò che si poteva del suo membro, l’uomo ha lasciato l’istituto sanitario senza il consenso dei suoi medici.

Qundi, non avendo seguito le istruzioni mediche per la sua guarigione, è stato operato di nuovo due settimane dopo. Un intervento durante il quale i medici lo hanno circonciso anche in via precauzionale.

LEGGI ANCHE: Perché si fa tanta cacca? 9 cause comuni