Papà dona il fegato al figlio e gli salva la vita

0

Un papà ha donato una parte del suo fegato al figlio di neanche un anno e così gli ha salvato la vita.

È successo a Padova dove, come si apprende dal Gazzettino, non si eseguivano operazioni simili dal 1997, quando un ferroviere croato fece lo stesso per il figlio, malato di tumore.

Anche la madre del piccolo aveva dato il suo assenso per la donazione ma si è scelto il padre perché poi la donna avrebbe dovuto accudire il bambino.

Dopo l’autorizzazione del Ministero della Salute al Centro di Chirurgia epatobiliare e trapianti di fegato dell’Azienda ospedaliera universitaria, diretta dal professore Umberto Cillo, si è svolta l’operazione che ha avuto successo.

L’uomo ha donato il lobo sinitro del proprio fegato, circa il 25%, al bambino di 10 chili di peso.

Come spiegato dal Gazzettino, il bambino soffriva di atresia biliare, una malattia di origine sconosciuta che colpisce i neonati e causa infiammazione e ostruzione dei dotti biliari, i canali deputati al trasporto della bile dal fegato all’intestino.

Entrambi godono di ottima salute.